Gli ultrà assaltano lo stadio per protestare contro la società

0
Bsnews whatsapp

Forti tensioni, ieri, fuori dal Rigamonti. Un gruppo di 300-400 “tifosi” delle rondinelle ha infatti assediato la tribuna per protestare contro la misera prova della squadra e, soprattutto, la gestione societaria. Nel mirino, in particolare, l’allenatore Iaconi e i vertici del club di via Bazoli: da Regazzoni a Corioni. Ma anche il sindaco Del Bono è stato oggetto di uno striscione polemico (“Del Bono: primo cittadino… ultimo tifoso”) con l’accusa di fare troppo poco per salvare il Brescia. Le forze dell’ordine sono intervenute in tenuta antisommossa per gestire la situazione. Ma contro la polizia sono stati lanciati sassi, uova e oggetti vari. La situazione è tornata normale soltanto dopo le 18.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. andì a laurà !!! sbattersi per una società che sino a ieri vi ha preso per il c…lo con la gestione corioni la dice tutta sul quid .
    altri sono i problemi ben più gravi in italia e nella nostra martoriata città , che perdere tempo così , perchè questo è tempo perso e il tempo perso non torna più !

  2. questa città ha la squadra che si merita, la squadra ha i tifosi (e la classifica) che si merita, tutti hanno ciò che si meritano, tranne i "tifosi" citati nell’articolo, che invece si meritano tante legnate e che purtroppo non riceveranno mai

RISPONDI