Il Rotary Manerbio dona una cappa per chemioterapici all’oncologia dell’ospedale

0
Bsnews whatsapp

Si è tenuta ieri la cerimonia di consegna di una cappa a flusso laminare per la preparazione dei farmaci chemioterapici donata dal Rotary Manerbio, in collaborazione con Onlus ADAMO, all’Unità Operativa di Oncologia dell’Ospedale di Manerbio. Accanto al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Marco Votta erano presenti il Direttore dell’Oncologia nonché Presidente della Onlus ADAMO Giuseppe Colosini, e, in rappresentanza del Rotary Manerbio, il Presidente Benvenuto Antonini e il consiglio direttivo.

La cappa, del valore di circa 12.000 euro, sostituisce quella attualmente in uso e permette agli operatori di lavorare in piena sicurezza nel delicato momento della preparazione delle infusioni di chemioterapici.

“Questa donazione – ha sottolineato il Direttore Generale Marco Votta – è un’altra testimonianza dell’importanza del lavoro svolto dall’Oncologia di Manerbio che ha dato vita ad un profondo legame con il territorio. E’ sempre un piacere e motivo di orgoglio per me accogliere donazioni, in particolare quella di oggi che assume un significato duplice: da una parte qualifica l’attività di un Servizio, dall’altra denota come i professionisti dell’Azienda Ospedaliera, grazie all’impegno nelle realtà sociali, riservano uno sguardo alla loro quotidianità lavorativa migliorando così i servizi offerti ai cittadini. Ancora una volta il Reparto di Oncologia si fa apprezzare per la capacità di curare e per quanto di umano ed empatico riescono a trasmettere e per questo a valorizzare la pratica clinica. Un ringraziamento alla Onlus Adamo e al Rotary Manerbio, in particolare alla famiglia Abrami che, in ricordo del loro congiunto Renato, ha contribuito in modo sostanziale alla raccolta fondi. ”

“L’idea di fare qualcosa per l’Oncologia – aggiunge il Presidente Rotary Manerbio Benvenuto Antonini – è nata dall’ottima impressione che i nostri soci hanno avuto da un incontro con Giuseppe Colosini e i suoi collaboratori che hanno evidenziato, oltre agli aspetti clinici, l’importanza della relazione. Pertanto, quando siamo venuti a conoscenza della necessità di sostituire la cappa abbiamo accolto con entusiasmo l’idea di farcene carico e, insieme alla famiglia Abrami che è molto sensibile a queste tematiche, l’abbiamo portata a termine. Ciò è pienamente in linea con la mission del nostro sodalizio che vede il proprio territorio al centro dell’azione del Rotary. Infatti una delle cinque vie d’azione che regolamentano il Rotary è proprio quella che porta verso attività di interesse e di utilità pubblica nell’ambito del proprio territorio. E’ quindi con grande soddisfazione che chiudiamo questo “service” che porterà all’Oncologia uno strumento necessario e indispensabile per l’attività quotidiana.”

“L’Oncologia di Manerbio – prosegue Giuseppe Colosini – ha accresciuto e continua a migliorare modelli organizzativi che permettono di garantire un ambiente sempre più rispondente alle necessità dei pazienti, bilanciando l’esigenza di ottemperare alle prerogative della cura e ai bisogni psicofisici personali. L’attenzione alla persona nella sua globalità ha voluto essere, nel modello operativo Hucare, lo stimolo che ha indotto al costante tentativo di offrire quell’accompagnamento che ci caratterizza attraverso la presa in carico di ogni persona da parte dello stesso medico e della stessa infermiera per tutto il tempo della permanenza in cura. Ad ogni paziente viene offerto un percorso  specifico non solo per la patologia di cui è affetto, ma per la sua personalità e il suo stato sociale con attenzione anche alle relazioni parentali. Inoltre la presenza dello psico-oncologo, che valuta le criticità e gli aspetti di fragilità emotiva ed esistenziale di ogni singola persona, ci permette di garantire una presa in carico completa attenta anche ai delicati aspetti psicologici.” In memoria di Renato Abrami, socio Rotary mancato alcuni anni fa, verrà affissa una targa all’interno dei locali dell’Oncologia. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI