Famiglia, Sentinelle in piedi e Arcigay Orlando si “sfidano” in manifestazione

0

Due piazze, due idee. Domani si metteranno a confronto "Sentinelle e Orlandi", in due manifestazioni legate al concetto di "famiglia".

Alle 17 in Piazza Duomo gli attivisti dell’Associazione Sentinelle in Piedi chiederanno, in un presidio che durerà un’ora, dove staranno in piedi e in silenzio leggendo un libro, la difesa della famiglia tradizionale e la "difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto" che, secondo il gruppo è stato "presentato come necessario per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, mentre invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione. Con questa legge chiunque faccia rifermento ad un modello di famiglia fondato sull’unione tra un uomo ed una donna, o sia contrario all’adozione di bambini da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso, potrebbe essere denunciato e rischiare fino a un anno e sei mesi di carcere. – scrivono sulla loro pagina ufficiale – Noi non accettiamo di non poter esprimere le nostre opinioni, per questo vegliamo".

Dall’altra parte, in piazza Vittoria dalle 16 alle 18, l’Arcigay Orlando manifesterà per la difesa e l’acquisizione dei diritti anche per le coppie gay e lesbiche. "Ci sono cittadine e cittadini che lavorano per abbattere le mura del pregiudizio e dell’esclusione, che credono in una società aperta ed inclusiva, che combattono perchè tutte e tutti possano essere tutelati, che creano ponti e abbattono steccati, convinti che riconoscere diritti a qualcuno non significhi toglierli ad altri. – si legge sul profilo dell’evento dell’Arci Gay titolato "L’assedio dei diritti", che continua – "Ci sono invece sentinelle che vegliano in piedi a difesa del loro castello di privilegi, chiuse dietro ai muri dell’esclusione, refrattarie ad ogni idea di cambiamento, legate ad una visione ideologica ed escludente di famiglia, relegate in una settaria e arcaica visione di società e di mondo, impegnate in una crociata contro gli altrui diritti".

Comments

comments

LEAVE A REPLY