Il cortometraggio girato al Museo Diocesano tra i migliori degli ultimi 30 anni

0

Il prossimo 19 dicembre in una rassegna dal titolo “Piccoli grandi film” a Civitavecchia sarà proiettata una selezione dei migliori cortometraggi degli ultimi trentanni.  Un’occasione per ammirare gratuitamente i cortometraggi più belli e pluripremiati. Opere di grandi autori (tra cui Pippo Mezzapesa, Ciprì e Maresco, Giorgio Tirabassi, Paolo Sassanelli, Valerio Mastrandrea, Valeria Golino, etc) che raccontano trenta anni di Italia (1984-2014). E tra i quali spicca Io… donna (20 min, 2013) di Pino Quartullo, premiato in 8 festival, candidato all’Oscar, con Margherita Buy, Sergio Rubini e Massimo Wertmuller."Partendo da Io… donna che sarà proiettato accanto ad Exit, altra mia opera di circa 30 anni fa – ha spiegato Quartullo – questo progetto vuole rendere fruibili al pubblico, nella sala Buonarroti, trenta anni di corti difficili da trovare nei cinema per problemi di circuitazione. Tre serate di cultura, fatte di corti di livello che dedichiamo ad Alessandro Dimito, un artista che insieme al maestro Scozzafava aveva composto anche musiche per ‘La Cassaria’”.

“L’acqua e la pazienza” girato nel 2011 ha collezionato più di 15 premi a carattere nazionale. Tra gli attori Edoardo Leo (visto sugli schermi cinematografici nel film “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno con Michele Placido, Alessandro Gassman, Raoul Bova e Ambra Angiolini), la bresciana Camilla Filippi (vista nel sopraccitato film “Viva l’Italia”) e Marco Bonini (il Caporale Greshnov di “2047 – Sights of Death” con l’attrice americana Daryl Hannah  e prossimamente con gli attori “Agents of Shield”.

Trama: Un ragazzo e una ragazza bresciani, da tempo lontani dalla città, si ritrovano un giorno nel chiostro di San Giuseppe, ora sede del Museo Diocesano: sono trascorsi tredici anni dal loro ultimo incontro e, in quel luogo, i due si ritrovano "a fare i conti" con il loro passato  e con un amore per troppo tempo dimenticato, nato proprio all’ombra dei chiostri di San Giuseppe.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY