Nomadi in via Labirinto, Lini: sgomberare subito, salute dei bimbi a rischio

0

(e.b) Dopo la decisione del Tar di bloccare lo sgombero annunciato dalla Loggia del mini-campo nomadi di via Labirinto, l’ex presidente della Circoscrizione Sud e attuale presidente dell’associazione anziani di Fornaci, Giacomo Lini, racconta a Bsnews.it di aver “ricevuto decine di telefonate da parte di altrettanti residenti della zona arrabbiati e preoccupati che l’insediamento possa diventare permanente”.

E’ lo stesso presidente Lini ha manifestare alcune perplessità sulla decisione del Tribunale amministrativo: “Il giudice ha bloccato lo sgombero per la presenza di bambini malati nel campo quando l’area in cui stanno vivendo risulta ad uso agricolo, non ha fornitura elettrica e idrica, ha una sola toilette chimica e – conclude – secondo le carte del Comune il terreno è inquinato dal pcb”. Da qui la domanda: “E’ questo l’ambiente salubre in cui il Tar crede che dovrebbe vivere un bimbo malato?”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. La preoccupazione di Lini e di tutti deve quindi essere trovare una soluzione migliore di quella. Non tanto cacciarli e poi si arrangino. Come avviene con tutte, o almeno la maggior parte, delle situazioni sociali svantaggiate.

  2. Lini, da presidente dell'associazione anziani sembra essere l'unico attivamente impegnato nella salvaguardia del quartiere. Dov'è l'amministrazione???

LEAVE A REPLY