Imu agricola, Mottinelli: una tassa che penalizza la montagna

0

In merito alla decisione del governo di applicare l’ Imu sui terreni agricoli, il presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, nonché componente della giunta nazionale Uncem (Unione Nazionale Comuni Cominità Enti Montani) denuncia il suo totale disaccordo: “La proroga del pagamento di questa tassa conferma comunque l’intenzione del Governo di continuare su questa strada. Stiamo parlando di terreni montani, spesso difficilmente raggiungibili, stiamo parlando di un lavoro difficile, quello dell’agricoltura in montagna, che andrebbe tutelato e non penalizzato”.

Come presidente di una provincia fatta di valli e di montagne, come membro dell’Uncem, Mottinelli sottolinea che l’annunciato decreto “Imu e Terreni Agricoli” introdurrebbe “una disparità inaccettabile e discriminatoria tra i Comuni montani, a causa della divisione in tre fasce dei Comuni, sulla base dell’altitudine al centro, misurata cioè nel punto in cui si trova il Municipio”.

“I terreni, in genere – continua il Presidente – non si trovano nella piazza centrale. Bisogna considerare la geografia del territorio, le criticità delle zone di montagna. La maggior parte dei terreni agricoli montani sono posti in zone irraggiungibili per gran parte dell’anno, a causa delle condizioni metereologiche. Stiamo parlando di coltivatori che devono investire molto denaro per mantenere sano il proprio terreno, spesso a rischio idrogeologico o di incendio boschivo. La produzione agricola, inoltre, è di gran lunga più dispendiosa rispetto a chi lavora in pianura”.

Chi ha ancora il coraggio di coltivare in montagna, nonostante tutti i disagi ai quali va quotidianamente incontro, dovrebbe essere tutelato dal Governo e non penalizzato in questo modo.

La decisione di rinviare il pagamento stabilito per il 16 dicembre deve ora creare uno spazio di confronto vero, che entri nel merito, con una logica attiva, che sappia promuovere e valorizzare la montagna. L’Uncem ha annunciato, per il prossimo 12 gennaio, una giornata di mobilitazione dei Comuni montani alla Camera dei Deputati.

Comments

comments

LEAVE A REPLY