Per il Brescia di Javorcic un pareggio in extremis contro il Catania (2-2)

0

Un punticino e ancora una disfatta sfiorata per le rondinelle. Oggi, infatti, il Brescia allenato da Ivan Javorcic, chiamato dalla primavera dopo l’esonero di Iaconi, ha agguanto in extremis il pareggio contro il Catania.

I padroni di casa siciliani partono subito all’arrembaggio: sfiorano il vantaggio dopo una decina di secondi (Arcari salva in due tempi sulla linea) e lo ottengono al 6′ con un colpo di testa di Cani sugli sviluppi di un corner. Il Brescia pareggia al quarto d’ora con Corvia. Ma al 21′ solo la sfortuna manda fuori (di un soffio) il tiro di Calaiò. Al 28′, quindi, è Caracciolo a mangiarsi una bella occasione: a tu per tu con Frison sbaglia il pallonetto. E in chiusura di tempo, al 44′, solo una gran parata di Frison mette in angolo la bella punizione a giro di Scaglia. La ripresa si apre ancora col Brescia all’attacco, ma al 14′ arriva il vantaggio del Catania: Calaiò calcia di sinistro al volo su assist di testa di Cani e non sbaglia. Cani è pericolosissimo. Al 21′ lo ferma Arcari, al 26′ soltanto Scaglia, quando già il portiere era fori gioco. A graziare le Rondinelle, al 39′, arriva un rigore per fallo su Benali: Caracciolo dal dischetto non sbaglia. Finisce 2-2.

Con il punto di oggi il Brescia rimane nella parte bassa della classifica a quota 14 punti al netto delle penalizzazioni (che potrebbero aumentare di pari passo con la crisi di liquidità della società).

CATANIA – BRESCIA 2-2

CATANIA (4-3-3): Frison; Sauro, Rinaudo, Spolli, Parisi; Chraek, Escalante, Odjer (32′ st Garufi); Leto, Cani (27′ st Jankovic), Calaiò. (Terracciano, Ramos, Gallo, Piermateri, Aveni, Rossetti, Marcelinho). All.: Pellegrino.

BRESCIA (4-3-2-1): Arcari; Scaglia, Ant. Caracciolo, Di Cesare, Coly; Bentivoglio, H’Maidat, Benali; Morosini (27′ st Sodinha), Corvia (31′ st Razzitti); Caracciolo. (MInelli, Rizzola, Lancini, Sestu, Ragnoli, Quaggiotto, Valotti). All.: Javorcic

Arbitro La Penna

Reti pt 6′ Cani, 15′ Corvia; st 14′ Calaiò, 40′ Caracciolo (rig).

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ripartiamo dalla D e smettiamola con i teatrini… Almeno avremo una società forte e sana se gli imprenditori bresciani smettono di chiacchierare e fanno i fatti…

  2. ma bravo cosa che gli e’ andata di lusso , ha tolto 2 che non doveva togliere per mettere Razzitti che e’ tutto meno un giocatore di calcio.

LEAVE A REPLY