Spese e risparmi, il 70% delle famiglie bresciane è ottimista per il 2015

0

Quasi 4 famiglie lombarde su 5 chiudono il 2014 con il proprio bilancio in pareggio (57%) o sono riuscite a risparmiare (20%). Chi deve far quadrare i conti, ha attinto dai propri risparmi (19%) o si è indebitato (4%). Eppure qualcosa è cambiato: crescono rispetto al 2013 le famiglie lombarde che riescono a coprire le spese correnti senza difficoltà (passano dal 58% al 64%) e a risparmiare durante l’anno (passano dal 18% al 20%). In particolare, più del 90% dei lombardi che ha ricevuto il bonus di 80 Euro  in busta paga lo ha utilizzato per pagare le spese correnti. E sul futuro le famiglie ritornano più ottimiste: il 70% prevede il proprio bilancio del prossimo anno in miglioramento o comunque stabile. Questi sono alcuni dei dati che emergono dalla indagine “Famiglie e fiducia. Monza e Brianza, Lombardia”, realizzata dalla Camera di Commercio di  Monza e Brianza in collaborazione con DigiCamere. 

Le famiglie di Bergamo  e Brescia sono le più soddisfatte dell’anno che sta per chiudersi. A Bergamo le percezioni del nuovo anno sono le più ottimiste: l’80% delle famiglie crede che la situazione economica della propria famiglia resterà invariata o che ci sarà qualche miglioramento. Credono in una svolta positiva per il 2015 anche le famiglie di Brescia (74%). Al contrario i brianzoli, insieme alle famiglie di Milano, sono tra i lombardi i più pessimisti. 2 famiglie su 5 hanno difficoltà a coprire le spese correnti mensili. Il 54% ritiene che la situazione economica negli ultimi 12 mesi sia peggiorata rispetto allo scorso anno e vedono il futuro nero: la metà crede che la situazione peggiorerà per il 2015.A Monza e Brianza il 23% (contro il 19% lombardo) ha dovuto fare ricorso ai propri risparmi per chiudere il bilancio del 2014. 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome