Campo nomadi di via Labirinto: nuova bocciatura dell’ordinanza di sgombero

21
Bsnews whatsapp

Dopo la prima bocciatura del 15 dicembre (leggi la notizia), giovedì è arrivata anche la seconda: ora tutto è rimandato al 15 giugno. Continua la battaglia legale tra il Tar e il Comune di Brescia in merito al campo nomadi sorto in via Labirinto, alle porte di Fornaci, su un terreno di proprietà degli stessi rom.

Il sindaco ha emesso l’ordinanza di sgombero in data 12 dicembre, dopo il sopralluogo dell’Asl nel campo nomadi dove furono evidenziate gravi carenze delle più elementari norme igienico-sanitario, a cominciare dall’acqua potabile e dall’allacciamento alla rete elettrica. Tre giorni dopo il Tar bloccò lo sgombero grazie al ricorso presentato dai rom tramite lo studio legale Onofri, ricorso che fece leva sulla presenza di minori nell’accampamento.

La Loggia non si darà per vinta: sulle colonne di Bresciaoggi si dice che il Comune proverà a percorrere la strada dell’abuso edilizio, visto che le roulotte sono posizionate stabilmente su terreno ad uso agricolo.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

21 COMMENTI

  1. A parte il fatto che italiani lo sono, casi simili (non uguali, ma simili) portano sempre a lotte a colpi di carta bollata in tribunali che possono dare ragione ad una parte o all’altra. Basta vedere il caso dei (presunti?) abusi commessi in numerosi campeggi in tutta Italia ed in particolare sul Sebino e sul Garda, dove aree formalmente destinate al campeggio temporaneo e stagionale sono state trasformate in insediamenti stabili, con strutture fisse che addirittura sono comprate e vendute o affittate: anche in questi casi i comuni chiedono l’abbattimento ed il ripristino dei luoghi e delle loro funzioni, mentre chi utilizza roulotte ampliate e casette fuori regola si difende, persino sostenuto da forze politiche che in altri casi (come questo di Via Labirinto) invocano rigore e sgomberi immediati.

  2. Viene da chiedersi: chi ce lo fa fare di pagare spese tecniche, oneri di urbanizzazione, oneri per la sicurezza, certificazioni di regolare esecuzione, spese di allacciamento alle reti dei servizi, tasse sulla casa, tassa sui rifiuti? Andiamo tutti a vivere nei prati: dove ci pare, non dove il piano regolatore dice che si possa abitare; il tutto senza residenza nè numero civico: così non ci possono nemmeno recapitare le multe che prendiamo in auto…

  3. se possono pagare gli avvocati per fare ricorso,possono anche pagare le piazzole dei campeggi almeno portano un pò di soldi e non solo sporcizia…

  4. Il comune continua ad adottare provvedimenti chiaramente infondati e illegittimi che puntualmente vengono cassati dal TAR! ma l’avvocatura del comune viene consultata? il segretario comunale non dice nulla? atti illegittimi costano al comune come immagine e soprattutto come spese legali!possibile che i cittadini debbano pagare la propaganda politica xenofoba?

  5. Martin Niemöller diceva: «Quando i nazisti presero i comunisti,/ io non dissi nulla/ perché non ero comunista./ Quando rinchiusero i socialdemocratici/ io non dissi nulla/ perché non ero socialdemocratico./ Quando presero i sindacalisti,/ io non dissi nulla/ perché non ero sindacalista./ Poi presero gli ebrei,/ e io non dissi nulla/ perché non ero ebreo./ Poi vennero a prendere me./ E non era rimasto più nessuno che potesse dire qualcosa». Peggio dei fascisti c’è solo una cosa: i fascisti mascherati!Quelli che magari la domenica vanno in chiesa e si commuovono per le parole di Papa Francesco. Vergogna su di voi!

  6. Visto l’argomento forse è più consona la versione di Brecht! "Prima di tutto vennero a prendere gli zingari

    e fui contento, perché rubacchiavano.

    Po i vennero a prendere gli ebrei

    e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

    Poi vennero a prendere gli omosessuali,

    e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

    Poi vennero a prendere i comunisti,

    e io non dissi niente, perché non ero comunista.

    Un giorno vennero a prendere me,

    e non c’era rimasto nessuno a protestare."
    Comunque l’atteggiamento del comune si commenta da sè!Cucchi i bresciani che con le tasse ingrasseranno consulenti e avvocati!Anche con il bonus bebè finì così! e dai e dai colpo su colpo il comune perdette e ingrassò vari avvocati! però all’epoca la CGIL si indignò e si mosse contro Rolfi! chissà come mai stavolta rimane zittina zittina…!

  7. Lo studio Onofri, che ha ricevuto l’incarico legale da parte del cittadino italiano vessato dal comune, brinderà al nuovo anno visto che gli arriveranno tanti soldoni dei bresciani per le parcelle che il comune soccombente dovrà pagare! Perchè non le paga Delbono di tasca sua queste iniziative propagandistiche?

  8. Provo a ripetere la mia domanda: perchè noi tutti paghiamo spese tecniche, oneri di urbanizzazione, oneri per la sicurezza, certificazioni di regolare esecuzione, spese di allacciamento alle reti dei servizi, tasse sulla casa, tassa sui rifiuti? Perchè per avere la residenza dobbiamo dimostrare che la nostra casa ha gli impianti a norma ed è servita da utenze di acqua, energia, fognatura? Perchè se il Comune queste cose le chiede a me e a tutti, la gente che pretende di abitare in un prato deve essere esentata da questi obblighi? Me lo spiegate senza scomodare Brecht?

  9. perché non sei un giauro, perché nessun buonista verrà a trovarti quando le simpatiche risorse ti avranno spaccato il naso durante una rapina, e se proverai a difenderti ti schederanno come rassista, e se per caso fai la bua al giauro/rapinatore i giudici immigrati metteranno te in carcere e dovrai pure pagare la bua al giauro. con osservanza

  10. La tua risposta svìa il discorso, a me non interessa chiamare la gente "giauri". Vorrei che mi rispondessero quelli che giudicano "propaganda" l’intervento del Comune: su quali basi si giustificherebbe il permettere a qualcuno di vivere in un prato, chiedendo contemporaneamente a tutti gli altri di rispettare delle regole?

  11. Premessa: nessuno dovrebbe vivere in un prato ma un tetto dignitoso deve essere garantito a tutti. L’intervento del Comune, nei termini nei quali è stato messo in atto, è una stupidaggine (nel migliore dei casi) o una porcata fatta per cercare di accontentare gli abbaianti cittadini xenofobi. Con quel che si spende per le pratiche giudiziarie, probabilmente si garantirebbe un tetto a quella gente o si metterebbe "in regola" l’area. Ovvio che una giustizia che volesse garantire lo scrupoloso rispetto delle regole dovrebbe essere in grado di farlo a 360 gradi, quindi chiunque abbia commesso un abuso (dalla verandina sul balcone al palazzone abusivo) dovrebbe essere sanzionato, ma questo non accade né a Brescia né tantomeno in altre parti d’Italia. Se poi credi che vivere in una roulotte in un prato sia conveniente, accomodati, fallo e vivi come quelli che qualcuno vorrebbe far passare addirittura per privilegiati in quanto non soggetti alle regole.

  12. Ahha,ahh,ahhh…quan ti coccolaimmigrati e fratelli rom….ospitateli a cas Vostra, magari offritegli alloggio e cibo….Che bello, quando i fratellirom verranno ad abitare nella Vostra bella casetta…Dai , sù , svegliateVi e accoglieteli….

  13. grande rob59 col loro buonismo lo prendiamo sempre in quel posto io sono un operaio gia mi basta lo stato che mi deruba non voglio rom albanesi magrebini etc che mi scassano le palle fuori tutti

  14. Ad argomentazioni come le vostre, viene da rispondere: allora andateci voi a sgombrarli! Magari accompagnateli pure al loro paese. Complimenti, fate proprio una bella coppia! P.S.: come disse un grande personaggio, "io li odio i nazisti dell’Illinois!"

  15. Vivere nel prato è sicuramente più conveniente che essere in regola. Ma è indegno ed incivile: per questo io non vado a vivere nel prato, ma con molti sacrifici vivo in una casa in regola (garantita a tutti? Io faccio fatica per "garantirmela" lavorando). Se i signori in questione sono poveri, chiedano aiuto ai servizi sociali: secondo me li aiutano. Se invece trovano più conveniente "fare" i poveri perchè intanto fanno quello che gli pare e poi si vedrà, non ci trovo nulla di sbagliato se viene detto loro che nel prato non si può vivere. Se io avessi una veranda abusiva ed il mio vicino lo segnalasse al Comune, questo sarebbe costretto ad intervenire (senza sindacare se l’ho costruita per "necessità" o se con i soldi spesi per il sopralluogo e l’azione legale si spenda più o meno che per "metterla in regola": è abusiva e basta); se queste persone vivono in un prato ed i vicini lo hanno segnalato al Comune, questo interviene: perchè non dovrebbe farlo? Se tu vai ad abitare nella tua officina con i tuoi figli e qualcuno lo segnala al Comune, questo interviene: ingiungendoti di non abitare in un posto che non è una casa. Mi piacerebbe vedere se il TAR ti da ragione…

  16. SPORCIZIA..DOVE PASSANO LORO..SEGNO COME POLLICINO..DEVI ANDARE CON MASCHERA ANTIGAS AL MERCATO..ANZI,è LORO (CON TUTTO QUELLO CHE ABBIAMO FATTO ENTRARE…QUANDO NON SENTIREMO PIù:
    ALBANESE,SERBO ,MAROCCO ECC.ECC UBRIACO,INVESTE UCCIDE RAGAZZO,BAMBINO,FAMI GLIA…E NON DITEMI CHE CAPITA ANCHE ITALIANO..XCHé QUESTO SCHIFO SUCCEDE OGNI GIORNO…E 9 A 1**RUMENO..GUIDAVA UBRIACO**FINIRà QUANDO VIENE UCCISO FIGLIO DI QUALCHE GIUDICE..OCCUPATO A METTERE IN GALERA 10 ANNI??UNO DI NOME *CORONA*..SAI QUANTA GENTE HA FATTO FUORI COL FLASCH

  17. è UNA BARZELLETTA??PRESENZ A DI MINORI NEL CAMPO ROM…CAVOLO ,HO SPESO UN SACCO DI AVVOCATO,**AVESSI SAPUTO CHE LO STUDIO ONOFRI DAVA ASSISTENZA GRATIS…NON MI LAVAVO PER 4-5 GIORNI..E ANDAVO ANCHE IO(O TUTTO QUESTO BUONISMO,ASSISTENZIA LIMSO VERSO TANTA °POVERTà°..MA NON CI CREDE PIU NESSUNO..TERRENO DI PROPIETà???

  18. questa è l’italia di oggi……., nonostante non vi siano le elementari norme igieniche , nè allacciamento a elettricità e acqua ( allacciamento abusivo e a sbafo ? ) , la scusa dei minori nel campo rom blocca tutto !
    non importa se non pagano lo scuolabus, non importa se tutti hanno la parabola ( e come fanno senza regolare allacciamento elettrico ? ) , non importa se le mercedes parcheggiate costano un sacco di soldi……, non importa , basta mettere davanti 4 minori ( dediti all’accattonaggio peraltro vietato ) e tutto si risolve in italia…….
    brutt a pubblicità per lo studio onofri .

RISPONDI