La Filarmonica della Scala apre la stagione di concerti 2015 del Grande

0

Un grande binomio inaugura mercoledì 21 gennaio alle 21.00 la Stagione 2015 della Fondazione del Teatro Grande. Sul palco sarà infatti protagonista la Filarmonica della Scala che apre per la seconda volta la Stagione della Fondazione (la ricordiamo nel 2014 diretta da Myung-Whun Chung). Alla guida della prestigiosa orchestra ci sarà il Maestro Daniel Harding, famoso in tutto il mondo come uno dei direttori più interessanti della nuova generazione.

Oltre ad aver diretto le più grandi orchestre, tra i vari incarichi ricoperti dal Maestro Harding in questi anni ritroviamo quello di Direttore Ospite Principale della London Symphony Orchestra, Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese, Partner Musicale della New Japan Philharmonic e Direttore Artistico della Ohga Hall di Karuizawa. Daniel Harding è Direttore Laureato a vita della Mahler Chamber Orchestra e ospite regolare della Staatskapelle di Dresda, dei Wiener Philharmoniker, del Concertgebouw di Amsterdam, dell’Orchestra della Radio Bavarese, del Gewandhausorchester di Lipsia e della Filarmonica della Scala.

Un grande della musica, quindi, che proporrà al pubblico dell’inaugurazione un programma particolarmente suggestivo e raffinato che si aprirà nella prima parte con la Sinfonia n°8 in sol maggiore op.88 di Dvořák, opera di carattere fondamentalmente pastorale su cui si innestano superbe fiammate eroiche. Nella seconda parte del concerto la Filarmonica della Scala proporrà la suite tratta dal balletto Il Mandarino meraviglioso op. 19 di Béla Bartók, e la Danza dei sette veli, celeberrima scena dell’opera Salomé di Richard Strauss.

Una serata da non perdere che si inserisce tra gli appuntamenti di prestigio proposti negli ultimi anni dalla Fondazione del Teatro Grande, come i concerti con Antonio Pappano e la Santa Cecilia, Claudio Abbado con l’Orchestra Mozart, Zhang Xian con L’Orchestra Verdi e la Filarmonica di San Pietroburgo con Yuri Temirkanov.

Gli ultimissimi biglietti per il concerto del 21 gennaio sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Grande e on line sui siti teatrogrande.it e vivaticket.it.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Emergente e da risentire Harding in un repertorio sinfonico tutt’altro che semplice da orchestrare. Da risentire, perchè ci avventurammo credo tre anni fa alla Scala in un’edizione degli atti unici Pagliacci (Leoncavallo) e Cavalleria Rusticana (Mascagni) dei quali ad Harding non riuscì di decifrare, e tradurre poi in orchestrazione, una sola battuta che fosse italiana o verista, cioè nello spirito delle due opere. Confidiamo che Dvorak, Bartok e Richard Strauss gli portino bene, anche perchè solo tenere sotto controllo, di questi tempi, gli archi della Filarmonica della Scala è impresa davvero titanica.

LEAVE A REPLY