Tre fucili e 10mila cartucce: scoperta un armeria abusiva a Polpenazze

6

A dicembre era stato denunciato per caccia di frodo e detenzione illegale di arma da fuoco, ma era solo l’anticipo dei guai capitati a un cinquantenne disoccupato resiente a Polpenazze. Nei giorni scorsi, facendo seguito all’episodio di dicembre – quando venne intercettato dalle guardie venatorie dopo avere abbandonato fucile e carniere tentando la fuga a piedi – i carabinieri di Manerba del Garda hanno fatto un controllo a sorpresa nell’abitazione del cinquantenne, trovando ben tre fucili intestati a parenti ormai defunti e addirittura 10mila cartucce, quando il limite di possesso è fissato dalla legge in 1.500.

L’uomo si  difeso spiegando che i fucili, calibro 8, calibro 20 e calibro 24, li ha ereditati, ma avendo mancato di denunciarli gli sono stati sequestrati, al pari delle cartucce. Il porto d’armi gli è stato ritirato.
(red.) 

 

Comments

comments

6 COMMENTS

  1. Ma come fa un "disoccupato" a permettersi di avere diecimila cartucce? Anche se fossero cartucce da soli 60/70 centesimi l’una è una cifretta mica male…

LEAVE A REPLY