In attesa dei voli Ryanair, il 2014 del D’Annunzio è stato in crescita solo grazie a Dhl

0

Meglio del 2013, ma peggio del 2012. Il 2014 per lo scalo monteclarense è stato un altro anno di chiaroscuro, con un leggero incremento dei cargo ma una flessione dei voli postali, e ancora un nulla di fatto per i voli passeggeri. Le prospettive per un futuro migliore sono così legate alla nascita del Sistema Aeroportuale del Nord Est, con l’accordo tra Catullo e Save, società di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso, e alla prospettiva che Ryanair scelga Montichiari per rafforzare la propria presenza nel nord Italia (leggi la notizia). Nelle ultime ore però l’amministratore delegato della compagnia irlandese Michael O’Leary ha rimandato all’autunno ogni decisione sul D’Annunzio, affievolendo non poco le speranze per Montichiari. 

I dati. Se nel 2013 le tonnellate movimentate al D’Annunzio furono 39.916, l’anno scorso sono salite del 2,9% fino a raggiungere le 40.600, un dato comunque inferiore alle 40.745 del 2012, e dovuto soprattutto ai 500 voli gestiti a Montichiari in occasione della chiusura, per manutenzione straordinaria, di tre settimane di Orio al Serio lo scorso aprile. 

Sul fronte dei voli privati, nel 2014 sono stati ben 3.700; a partire da ottobre i viaggiatori sono inoltre meglio accolti nella vip lounge sponsorizzata da Beretta.
(red.)

Comments

comments

LEAVE A REPLY