La legalità al Grande: un concerto per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie

0
Bsnews whatsapp

È dal 1996 che ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie: oltre 900 tra cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, esponenti politici e amministratori morti per mano delle mafie solo perché, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.

 

Nello stesso giorno si svolge anche la Giornata Nazionale “Scuola e Legalità”, istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca per promuovere nelle nostre scuole il rispetto dei diritti umani, la pratica della democrazia, l’apprendimento delle diversità e della ricchezza delle identità culturali, così da formare cittadini responsabili e solidali. La scelta del 21 marzo, primo giorno di primavera, vuole, infatti, essere un segno di speranza e di rinascita in una società, dove all’illegalità e alla mafia si vogliono contrapporre legalità e giustizia sociale.

Anche il Comune di Brescia celebrerà questa giornata e intende farlo aprendo le porte del Teatro Grande alla cittadinanza, con uno specifico e forte invito a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Sono loro la grande speranza in un futuro che potrà essere migliore grazie al riconoscimento e all’effettivo rispetto dei diritti di ciascuno. Per meglio comprendere il motivo del coinvolgimento dei giovani in questa iniziativa, può essere utile ricordare le parole del magistrato Giovanni Falcone: "Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini".

Durante la serata, che si terrà sabato 21 marzo, alle 20.30, al Teatro Grande, si esibiranno i musicisti dell’orchestra sinfonica di Sanremo, diretta dal maestro Giancarlo De Lorenzo. Il concerto sarà intervallato da tre letture di brani sul tema della legalità da parte degli studenti della scuola primaria Santa Maria degli Angeli di Brescia, della scuola secondaria di primo grado Istituto Comprensivo di Sarezzo e della scuola secondaria di 2° grado Sraffa di Brescia.

Nel corso dell’incontro, sarà allestito uno spettacolo con musica e parole dei ragazzi, per lanciare un segnale concreto contro le mafie e il terrorismo stragista, ma anche contro la corruzione. La musica, infatti, contrappone la bellezza al degrado morale, mentre le parole testimoniano una voglia nuova di pulizia e di giustizia. Quest’anno, con il consenso dei familiari, saranno ricordate anche le vittime delle stragi della stazione di Bologna e di Ustica. Anche per questa ragione lo slogan del 2015 sarà “la verità illumina la giustizia”, quella verità troppe volte oscurata e negata proprio nelle inchieste e nei processi sulle numerose stragi che hanno insanguinato il nostro Paese.

Il concerto è gratuito fino a esaurimento posti. La distribuzione dei biglietti sarà effettuata venerdì 20 marzo, con orario continuato dalle 13.30 alle 19 e la sera stessa del concerto dalle 20 alle 20.45. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’associazione culturale Vox Aurae, la Questura di Brescia, il Comando provinciale dei Carabinieri, il Comando provinciale della Guardia di Finanza, l’Esercito Italiano, il Comando provinciale Vigili del Fuoco, la Polizia Locale, l’ufficio scolastico del territorio e lo sponsor Banca Passadore.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI