Operazione trasparenza: in vetrina i dati su acqua, rifiuti e termoutilizzatore

0
Bsnews whatsapp

Dalle parole ai fatti nel giro di pochissimi giorni. Comune e A2A mettono in pratica l’intento di rendere il più trasparente possibile la situazione complessiva riguardo ai temi ambientali. 

Emilio Del Bono, da padrone di casa, e Giovanni Valotti, presidente A2A, hanno illustrato nella sala Giudici di palazzo Loggia l’operazione trasparenza fortemente voluta dalla Giunta. Tramite l’installazione di due totem multimediali, in piazza Loggia e piazza Paolo VI, A2A mette a disposizione di tutti i cittadini, anche di coloro che non possono accedere a internet (dove i dati sono regolarmente pubblicati), le informazioni circa la produzione energetica e le emissioni del termoutilizzatore (aggiornamento settimanalmente), i dati su qualità dell’acqua ed avanzamento del progetto di abbattimento del cromo esavalente (aggiornamento settimanale), l’avanzamento del progetto di sostituzione delle lampade tradizionali con quelle a led (aggiornamento giornaliero), la quantità di rifiuti raccolti e la percentuale di raccolta differenziata ( aggiornamento mensile). 

Ai primi due totem già attivi se ne affiancheranno presto altri quattro, all’ufficio di zona Est in corso Bazoli, a Sanpolino, all´ufficio di zona Ovest in via Farfengo, agli sportelli A2A Energia in via Lamarmora e nella facoltà di Ingegneria di via Branze. Ma non è finita: pannelli elettronici potrebbero trovare spazio anche il alcune stazioni della metropolitana.

Il coinvolgimento diretto della cittadinanza, attraverso le associazioni ed i soggetti che a livelli diversi lavorano con A2A, e non ultime le due università, si attuerà inoltre con l’organizzazione di tavoli di condivisione delle strategie comunicative legate ai temi ambientali.

(Red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Spero che siano dati veritieri , visto lo schifo d’aria che respiriamo, d’acqua che beviamo per non parlare di rifiuti tossici e discariche abusive.

    Sarà l’ennesimo spot?

RISPONDI