Migranti, sabato caldo: in piazza scende anche Forza Nuova

21
Bsnews whatsapp

Si annuncia un sabato caldo il 28 marzo nelle piazze bresciane. Gli antagonisti del Magazzino 47 non usano mezzi termini per definire la manifestazione che si terrà in piazza Loggia alle 15. "La lotta per i permessi di soggiorno è cominciata! La violenza e la repressione della questura non riescono a bloccarla”, scrivono i militanti in una nota che spiega la protesta alla quale hanno aderito Associazione Diritti per Tutti, Coordinamento immigrati CGIL, Associazione culturale islamica Muhammadiah, Associazione dei senegalesi di Brescia e provincia e Sel."Dobbiamo continuare a lottare sempre più numerosi, con coraggio. Possiamo vincere! Per la dignità, la libertà, la giustizia. Per i fratelli espulsi e rinchiusi nei C.I.E.: li vogliamo qui, li vogliamo liberi! – scrive il Magazzino 47 – Non siamo schiavi da sfruttare nella clandestinità e nel lavoro nero!”.

 Ma Le associazioni e gli antagonisti non saranno i soli a manifestare: in piazza Mercato i militanti di Forza Nuova hanno aderito a una contromanifestazione, sempre alle 15, organizzata da un gruppo di cittadini. "Sosteniamo l’iniziativa e partecipiamo insieme a tutti i cittadini che non intendono sopportare passivamente che la città sia nuovamente violentata dalla bolgia immigrata e dai centri sociali, come avvenuto questa settimana, in un carosello di cortei non autorizzati, cassonetti incendiati e strade bloccate – scrivono in una nota i rappresentanti del movimento di estrema destra – . Non è tollerabile che si permetta a stranieri senza permesso di soggiorno di deturpare la città che li ospita e li sopporta, quando l’unica soluzione di buon senso è il blocco delle frontiere e il rimpatrio immediato. Le responsabilità sono da attribuire a sinistra, sindacati e associazioni: tutti coloro che lucrano su un’invasione silenziosa da cui sarà sempre più difficile tornare indietro, utilizzando gli stranieri come nuova leva per creare tensioni sociali e ottenere consensi politici che non trovano più tra gli italiani".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

21 COMMENTI

  1. La Questura deve vietare ai fascisti di manifestare e di creare tensioni. La manifestazione di sabato deve essere democratica, pacifica e popolare.

  2. Commentatore delle 15,14 i tuoi compagni che difendono i clandestini, che hanno fatto casino e menato i poliziotti devono manifestare, sì perchè loro sono bravi . Ah loro sono democratici e antifascisti e a loro tutto è permesso.

  3. Ma che storie con sto Diritti per tutti!! E DOVERI per tutti no…quello no!!! Ma basta, spero che prendano una scarica di manganellate….sono tutti lazzaroni mantenuti figli di papà….che fanno finta di fare i comunisti!!! Pensate ai Bresciani che hanno le pezze al c..o!!! E i sindacalisti difendano veramente chi è da difendere!

  4. Le forze dell’ordine sono state chiamate in questi giorni a presidiare la città dalla presenza degli immigrati e dei centri sociali. A quando il suo utilizzo per sconfiggere i criminali evasori fiscali affamatori del popolo italiano!

  5. Provate ad andare nei loro paesi a protestare … Lo stato dei pagliacci è solo l'Italia .! Parlamentari ladri e corrotti e incompetenti . Poveri i nostri figli!!! Diritti solo x extracomunitari doveri x loro no!!! Basta basta basta facciamo qualcosa. Loro negli hotel noi con tempi di pensione sempre più lunghi . Soldi x noi non ci sono per zingari ed extracomunitari si trovano sempre !!! ( ricordatevi che quei soldi sono i nostri guadagnati onestamente e non rubati come fanno tanti al governo)

  6. I topi, quando serve, escono dalle fogne. Assisteremo alla pantomima di una "microstrategia della tensione", con i fascisti a provocare, magari di concerto coi piani alti di qualche Istituzione, in un contesto sociale già surriscaldato.

  7. A cosa servono i centri sociali? solo marciume di società, fosse x me prenderei i centri sociali e li porterei in siria… manifestate giù là che poi arriva la questura giusta!!!!!

  8. Giusta la protesta: a Brescia 80% di domande respinte contro una media nazionale del 20. Si é appena dimessa la questora che consigliava agli amici come aggirare le leggi. Le leggi devono essere uguali per tutti.

  9. Ma io mi chiedo, dove stiamo andando a finire? A volte mi chiedo se quelli del magazzino pensano prima di agire e sparare cavolate…al posto di protestare per gli extracomunitari protestate per gli italiani che non hanno lavoro, non hanno sussidi, che devono comunque pagare tasse e mantenere un governo corrotto!!! Pensate ai vostri figli se un giorno non dovessero avere lavoro, e i soldi del vostro papi finissero e anche voi rimarrete senza. Pensate che i vostri amici extracomunitari vi diano qualcosa? No! Se ne fottono come stanno facendo ora! A loro tutto ed ai nostri fratelli italiani niente! Quindi prima di scendere in piazza per i diritti per gli extracomunitari, scendete in piazza per i diritti degli italiani!!!!

  10. Non esistono italiani o stranieri. Esistono poveri e privilegiati. Mettere poveri contro poveri é fare il gioco dei privilegiati, quelli che campano sulle nostre spalle.

RISPONDI