Soggetti deboli, Provincia, Comune e Procura uniti per sostenerli

0

E’ stato approvato il Protocollo d’Intesa tra Provincia di Brescia, Procura della Repubblica, Comune di Brescia, per la realizzazione del "progetto di sostegno ai soggetti deboli".

«Si tratta di un supporto concreto che vogliamo dare alle famiglie in stato conflittuale – ha spiegato il presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli, – il cui problema non può essere confinato a una sfera privata, ma deve assumere un connotato pubblico, di cui le Istituzioni devono farsi carico».

Spesso i soggetti deboli faticano ad approcciarsi al sistema giudiziario e vi ricorrono con modalità improprie. E’ necessario dunque creare le condizioni affinché la denuncia avvenga nelle forme più congrue e soprattutto nel modo più accurato e approfondito possibile, mediante l’ausilio di professionalità specifiche.

«La sicurezza di un territorio – ha proseguito il presidente Mottinelli – passa necessariamente dalla sicurezza e dalla protezione della famiglia e dell’individuo, di quelli che siamo soliti chiamare "soggetti deboli", che devono sentirsi nella maniera più assoluta garantiti, protetti e sostenuti».

Il Progetto di sostegno alle fasce deboli della popolazione mette in campo un’azione di prevenzione e sostegno sociale e un’azione di indagine di polizia giudiziaria, al fine di tutelare le persone offese nel duplice aspetto degli ambiti sociali e di contrasto alla criminalità.

Le azioni saranno finalizzate a interventi di sostegno e di superamento/risoluzione del conflitto, attraverso l’affiancamento agli Uffici di Polizia Giudiziaria di operatori con formazione sociale sia provinciali sia comunali, quali ausiliari degli stessi, sotto il coordinamento e la direzione dei magistrati della Procura della Repubblica di Brescia.

Al fine di creare sinergie economiche sull’intero territorio gli interventi avranno valenza intercomunale; lo scambio di conoscenze e prassi sarà uno strumento di arricchimento e di crescita. A tal fine è necessario che le amministrazioni comunali e la Provincia di Brescia individuino personale di Polizia Giudiziaria idoneo. Sarà inoltre valutata la possibilità di sviluppare un sistema informativo di tipo statistico che costituisca poi un sistema di supporto per le azioni di prevenzione e sostegno. Questo sistema sarà messo a disposizione delle istituzioni, salvaguardando il rispetto della privacy delle persone coinvolte. Il progetto verrà attuato fino al 31. 12. 2015.

Comments

comments

LEAVE A REPLY