Farco Group, trentanni di successo investiti in sicurezza

0
Bsnews whatsapp

Era il 10 gennaio del 1985 quando Roberto Zini e Giuseppe Zoni si sono associati e hanno iniziato la loro avventura con la Farco snc (Forniture Antinfortunistiche Revisione estintori Consulenze). Oggi, a distanza di trent’anni la piccola bottega di via Valentini è diventata la grande Farco Group, prima con la nascita nel ’96 di Sintex che, con la direzione dell’ingegner Graziano Biondi, si occupa della valutazione dei rischi, dell’organizzazione della sicurezza in azienda e della formazione del personale e poi, nel 2004 con Sinermed, lo studio dedicato alla medicina del lavoro dove si effettuano le visite mediche obbligatorie per i lavoratori e il medico del lavoro collabora con l’azienda per garantire la salute dei dipendenti.

Il gruppo di Torbole Casaglia, che nel 2000 ha aperto una filiale anche a Marmirolo (Mantova), conta oggi 74 collaboratori, cresciuti negli anni come il territorio servito dall’azienda, che dalla provincia di Brescia si è allargato alle più o meno limitrofe Bergamo, Cremona, Trento, Milano, Verona, Mantova e Reggio Emilia. Insieme ad uomini e mezzi sono cresciuti anche la competenza, il fatturato, la credibilità nei confronti di una clientela che in materia di salute, sicurezza sul lavoro, ambiente, rifiuti, qualità dell’organizzazione e della formazione, si affida a Farco.

I festeggiamenti per i trent’anni dell’azienda coincidono anche con un periodo di “crisi” dell’economia italiana e mondiale che Farco sta dimostrando di affrontare con la stessa determinazione e voglia di crescere che ha contraddistinto tutta la sua storia. “La crisi c’è e la sentiamo tutti – ammettono i titolari – Le piccole medie imprese del territorio che non si sono strutturate e non hanno aperto canali commerciali con l’estero sono quelle che pagano lo scotto più pesante, ma per uscirne serve il coraggio di continuare ad investire, senza abbassare la guardia in fatto di sicurezza”. Uno degli effetti negativi generati dalla contrazione economica è proprio l’abbassamento degli standard sulla sicurezza attraverso minori investimento aziendali. “E’ una mossa miope. Investire in sicurezza paga, e non solo in termini etici e morali ma anche economicamente, e nel lungo periodo è in grado persino di far risparmiare”. Grazie alla lungimiranza di Roberto Zini e Giuseppe Zoni, la Farco Group è riuscita ad uscire dalla crisi investendo sulla sede, potenziando il centro di formazione e i nuovi ambulatori medici di Sinermed, ma anche continuando ad alzare l’asticella della qualità, nelle docenze di formazione e nelle consulenze esterne.

A ciò si aggiunge la volontà dei titolari di continuare a puntare sui giovani e di allargare il proprio staff, che solo quest’anno è cresciuto di tre unità grazie all’assunzione di un giovane perito per la manutenzione degli impianti antincendio, un ingegnere gestionale e presto anche un assistente sanitario.”Stiamo assumendo persone, in particolare neolaureati, che dimostrano di credere nel nostro progetto e di aver voglia e volontà di crescere – conclude Roberto Zini – con un occhio di riguardo al mondo del digitale che rappresenta la strada da percorrere per il futuro di Farco Group”.

 

 

 

 

 

 

Farco Group: la soddisfazione dei dipendenti ci rende forti

 

Per Farco Group la responsabilità sociale d’impresa è un imperativo al quale rispondere affermativamente. Prima azienda bresciana a ricevere la certificazione SA8000, il gruppo di Torbole Casaglia ha sempre prestato grande attenzione ai propri lavoratori e collaboratori. In che modo? Rinnovando il proprio impegno nell’attuazione di politiche ‘family friendly’ per la gestione dei figli piccoli, specie nei periodi in cui scuole e asili sono chiusi, ma anche attraverso la possibilità di effettuare un check-up medico preventivo sulla propria salute, o usufruire del servizio di lavanderia e stireria aziendale. A ciò si aggiunge la concessione nella flessibilità degli orari lavorativi in base alle esigenze del lavoratore.

Un impegno che per Farco è un investimento per il successo, capace di portare risultati positivi in termini di soddisfazione del personale e di conseguenza, di operatività e appeal dell’azienda, che si traduce anche nella capacità di attrarre sempre nuovi talenti. Il proposito di riuscire a mantenere nel tempo il maggior numero possibile delle azioni conciliative stabilite è certamente una sfida. Sfida che Farco Group accoglie con entusiasmo nella certezza che “la soddisfazione del cliente esterno passa innanzitutto attraverso la soddisfazione dei clienti interni, cioè dei nostri dipendenti e collaboratori”.  

 

Farco, una sede tutta nuova ed eco sostenibile

Inaugurata lo scorso anno, la nuova sede direzionale della Farco Group di via Artigianato, 9 a Torbole Casaglia nasce da un’idea progettuale che unisce la bellezza estetica all’efficienza energetica. Il nuovo edificio, sviluppato su circa 1000 metri quadrati, si presenta come un’unione di tre elementi volumetrici assemblati secondo un asse di simmetria: a partire da una Testa articolata in tre volumi prismatici compenetranti e disposti a ventaglio, da un Corpo costituito da un volume cubico, e da un Nodo come volume di raccordo che contiene tutti i dispositivi di salita e i percorsi necessari a collegare Testa e Corpo.

La semplicità volumetrica, l’utilizzo di componenti strutturali e di tamponamento prefabbricate e riciclabili, la cura dei dettagli e un impianto domotico all’avanguardia hanno permesso all’edificio di risultare eco sostenibile e di essere classificato secondo la massima classe energetica prevista, la CLASSE A.

L’attenzione di Farco Group al benessere dei propri dipendenti si riscontra anche nella decisione dell’azienda di dotare la nuova sede di impianti meccanici concepiti, progettati e realizzati utilizzando i più elevati standard qualitativi oggi in commercio con l’obiettivo di garantire un elevato standard ambientale e ridotti consumi energetici, supportati anche da una centrale termofrigorifera per la produzione di energia termica tramite pompe di calore geotermiche.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI