Lutto nel mondo della politica bresciana: è morto Giacomo Lini

0

Avrebbe commentato la notizia con ironia. Tocca a tutti, avrebbe forse detto cercando di sdrammatizzare e di mettere in evidenza il senso effimero della vita. Ieri è toccato a lui. Giacomo Lini è morto in serata, all’età di 55 anni, a causa di un malore improvviso. Inutile il ricovero d’urgenza alla clinica Sant’Anna: i medici non hanno potuto salvarlo. E in molti ancora faticano a crederci.

A custodirne un ricordo sono davvero tanti. C’è Martina, la compagna, a cui aveva dedicato un pensiero toccante lo scorso 28 marzo su Facebook (“un pensiero profondo e una riconoscenza senza fine per la donna che mi sta’ accanto Martina senza di lei non sarei nessuno insieme valiamo 2 volte e mezza. Ti amo”). Lo stesso giorno aveva commentato così gli effetti della caduta che gli aveva provocato la rottura dei legamenti: "La malattia e il dolore mi hanno cambiato e fatto scoprire persone splendide". Ci sono i figli. Ci sono i compagni di partito e di avventure della Lega che stanno inondando i suoi profili sui social, gli amici e i rivali politici nella ex circoscrizione Sud, i volontari di Bresciasoccorso, i frequentatori del Gruppo Anziani di Fornaci (di cui era presidente). Ci sono i tanti “amici” di Facebook e gli amici – di diversi colori politici – del calcetto. Quelli che, qualche mese fa, vedevano quell’omone grande e panciuto calciare un po’ goffamente il pallone, ma mai perdere le staffe e il senso dello stare insieme in compagnia.

Giacomo Lini in molti lo ricorderanno così. Noi di BsNews lo ricorderemo anche per questo. E lo ricordiamo ancora per i tanti articoli che abbiamo scritto su di lui in questi anni, per le telefonate alle 7 di mattina o alle 10 di sera (anche la domenica) per dirci che aveva una notizia da segnalare. Per la passione che ci ha sempre messo. Ciao Giacomo.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY