La mostra Brixia al Santa Giulia entra nel cartellone Expo

0
COMPLESSO DI SANTA GIULIA - gli scatti del fotoamatore Giorgio Baioni su www.bsnews.it (gennaio 2017)

“Una proposta che entra nel cartellone di Expo e che, insieme alla mostra che presenteremo nei prossimi giorni a Monza, rappresenta una delle offerte di punta, sotto il profilo culturale, della nostra Regione”. L’ha detto l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini alla conferenza stampa di presentazione della mostra ‘Roma e le Genti del Po. Un incontro di culture III-I secolo a.C.’, dove erano presenti il sottosegretario del MiBACT Ilaria Borletti Buitoni e il sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

“Un intenso e accurato viaggio – ha spiegato l’assessore Cappellini – che racconta non solo la Brixia dei romani, ma le identità di tutte le genti padane che in differenti modi hanno affrontato il processo di romanizzazione”. “Un evento – ha proseguito – che permetterà a tutti di conoscere meglio la storia dei nostri territori e i tesori culturali della città di Brescia: dal sito Unesco dei Longobardi al Capitolium e molto altro”.

La mostra è realizzata da Regione Lombardia, che ha contribuito con oltre 300.000 euro, insieme al Mibact, al Comune di Brescia, alla Fondazione Brescia Musei e alla Fondazione Cariplo. Si svolgerà al Museo di Santa Giulia a Brescia dal 9 maggio 2015 al 17 gennaio 2016.

“Regione Lombardia – ha detto ancora l’assessore – ha prestato molta attenzione in questi anni al tessuto culturale bresciano con interventi concreti. Ad esempio, abbiamo investito 185.000 euro per gli interventi strutturali finalizzati alla musealizzazione del Santuario Tardo Repubblicano e abbiamo concesso un ulteriore contributo di 49.000 euro per strumenti di conoscenza e valorizzazione del medesimo”.

Nell’ambito del progetto ‘Eccellenze culturali in Lombardia’, finanziato dal MiBACT, inoltre sono stati destinati al territorio bresciano 240.109 euro per la realizzazione di ulteriori interventi di riqualificazione dell’area del Capitolium. “Siamo quindi soddisfatti – ha concluso l’assessore Cappellini – di aver aiutato Brescia a recuperare la dignità culturale che si merita”.

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY