Si avvicina lo sgombero di un edificio occupato in via Marsala, 20 gli immigrati residenti

6

Quelli che lo abitano stabilmente, ormai dal novembre 2013, sono in venti, ma capita che ci siano anche altri dieci inquilini "di passaggio" in contemporanea. Sono questi i numeri dello stabile al civico 40 di via Marsala che, nella più grande preoccupazione di Diritti per tutti, domani verrà messo all’asta dall’autorità giudiziaria. 

L’associazione cittadina, impegnata nelle ultime settimane per cercare di difendere gli immigrati che si sono visti respingere la richiesta di ottenere un permesso di soggiorno, teme che se l’edificio sarà venduto domani già nei prossimi giorni in via Marsala possa esserci lo sgombero, e promette di fare il possibile. Gabriele Bernardi è intervenuto stamane sulle colonne di Bresciaoggi per esprimere la sua preoccupazione: "Comprendiamo la possibilità che qualcuno diventi proprietario di questo stabile. Anche di fronte a una futura acquisizione, gli occupanti e tutti coloro che nell’edificio trovano un punto di riferimento non se ne andranno finché dalle istituzioni non verrà trovata una nuova soluzione abitativa, perché il diritto alla casa viene prima di ogni altro tipo d’interesse. Prima di insediarsi qui, non avevano un tetto sopra la testa. La situazione non è delle migliori ma almeno non devono dormire sulle panchine di un parco".
(red.)

 

Comments

comments

6 COMMENTS

  1. gente simpatica, piena di vitalità, sempre pronta a dire agli altri cosa fare: se lavorassero la metà di quello che parlano guadagneremmo un punto percentuale di PIL…

  2. Io sono VERAMENTE PREOCCUPATO per i BRESCIANI che non hanno un lavoro, non sanno come pagare l’affitto e cosa dar da mangiare ai figli, ma nei cortei sappiamo difendere solo i poveri fratelli migranti…e i bresciani? Arrangiarsi!!! Che schifo!

  3. Perchè prendersela tanto ??? Tanto ci saranno i soliti venti di DIRITTI PER TUTTI che presidieranno lo stabile assieme a qualche sindacalista della CGIL e magari anche il CGIELLOTTO FENAROLO o il GALLETTO ….. pronti tutti a dare battaglia per difendere i diritti agli stranieri, mentre a noi bresciani chi ci pensa ???
    Se poi qualche polizziotto li tocca fa la fine di DE GENNARO !!!!!!! Povera Italia che pena questi lazzar…. gente che ha sempre vissuto di espedienti sulle spalle di noi lavoratori – noi lavoratori veri …. perchè se questi "signori" lavorassero NON AVREBBERO IL TEMPO DI ANDARE A PICCHETTARE CONTRO GLI SFRATTI GIA’ DALLE 6,00 DEL MATTINO !!!!!!!!!

  4. Che fine avrebbe fatto il Signor De Gennaro? A me risulta che si stia godendo una ricchissima carriera ai vertici di Finmeccanica con uno stipendio faraonico; questo nonostante le brutali violenze e le illegalità commesse da personale ai suoi ordini durante il G8 di Genova del 2001, nonostante la totale inefficienza dimostrata nella ricerca delle responsabilità, nonostante il discredito delle Istituzioni derivato da quelle vicende e nonostante l’indimenticabile figura di M fatta dall’Italia. Se proprio vuole citare qualcuno che ha pagato, magari ingiustamente, per qualcosa che avrebbe fatto o non fatto, farà meglio a guardare altrove.

LEAVE A REPLY