La vittoria romana dell’An Brescia serve più al morale

0
An Brescia pallanuoto
An Brescia pallanuoto

Senza particolari affanni, l’An Brescia espugna il Foro Italico con una prova dove i cambi di ritmo e le accelerazioni non concedono repliche all’avversario: nell’ultimo turno della stagione regolare, i ragazzi di Sandro Bovo superano 7 a 16 (2-2, 0-5, 3-3, 2-6, i parziali) la Roma Vis Nova. In un match il cui risultato, per entrambe le contendenti, non aveva alcun valore (i padroni di casa partivano già retrocessi in A2, l’An matematicamente seconda), Presciutti e compagni sono scesi in acqua con l’idea di recuperare, al più presto, le giuste energie e le migliori sincronie di gioco, dopo la sconfitta di mercoledì in Champions: grande dinamismo per cercare di tenere sempre alto il ritmo, attenzione in copertura con costante pressione sul portatore di palla, prontezza nello sfruttare le ripartenze. Queste, in sintesi, le caratteristiche della prestazione dei biancazzurri, con lievi (e fisiologici) cali di tensione che, comunque, non hanno condizionato il rendimento generale. In definitiva, come programmato alla vigilia, la trasferta di Roma si è rivelato un valido test di avvicinamento all’inizio dei quarti di finale dei playoff, che, con ogni probabilità, partiranno con la sfida in casa della Canottieri Napoli.

«Pur non essendoci nulla in palio – dichiara il ds bresciano, Piero Borelli -, siamo stati bravi a rimanere concentrati: tante le palle rubate a metà vasca, tante controfughe, ampi spazi di gioco per tutti, a partire da Brando Dian che ha giocato tre tempi, e con cambi di cinque/sei giocatori alla volta. Insomma, quello che ci voleva per ricaricarci a livello mentale e anche fisico. Certo, c’è stata anche qualche sbavatura, ma soprattutto per eccesso di confidenza. Al di là del risultato, volevamo esprimerci in modo positivo e direi che ci siamo riusciti; e poi, la cornice del Foro Italico fa sempre il suo effetto e, quindi, bene così».

«In una partita che non contava nulla – commenta coach Bovo -, abbiamo onorato l’impegno in maniera più che soddisfacente: è stato un buon allenamento per continuare a preparare la fase clou del campionato».

Comments

comments

LEAVE A REPLY