A Rogno uno schiacciabottiglie usate che fa risparmiare: è un successo

0
Bsnews whatsapp

Compatta le bottiglie in plastica o in vetro usate, fa risparmiare i cittadini attenti all’ambiente ed incrementa il giro d’affari dei negozianti. Il progetto-pilota di Rogno (in provincia di Bergamo) è talmente soddisfacente che presto potrebbe essere replicato un po’ in tutta la Valle Camonica.

In altri paesi europei è un servizio attivo ormai da anni, nella nostra provincia dovrebbe essere il primo in assoluto. Stiamo parlando del “mangiabottiglie” installato dal Comune di Rogno presso l’area di distribuzione “km0” già molto utilizzata dai cittadini. Prima di spiegare di cosa si tratta è bene snocciolare alcuni numeri: 500 bottiglie conferite al giorno, 600 kg di pet recuperati ogni mese, pari a circa 7 tonnellate l’anno, 4mila euro di valore, oltre al risparmio in volume, ridotto di 10 volte rispetto al conferimento normale della plastica. A Rogno i cittadini possono portare le bottiglie vuote di plastica o di vetro nel compattatore ed ottenere in cambio buoni sconto da utilizzare in uno dei 130 negozi dell’area commerciale del paese oppure in palestra o in altri esercizi. Il sindaco Dario Colossi commenta così sulle colonne di Bresciaoggi: “Sta funzionando ben oltre quello che avremmo sperato e anche per i negozi, specie in questo momento di crisi prolungata, è un modo per stare in piedi. Oltre alla contrazione dell’imballo c´è il recupero del materiale che il Comune vende alla società dei servizi. Quindi oltre a non rappresentare un costo, questa operazione offre pure un ricavo”. Vien da chiedersi: perché non replicarlo subito anche altrove?
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI