Salò: la campagna elettorale di Cipani finisce in Parlamento grazie alla Lega

0
Bsnews whatsapp

A distanza di un anno dalla particolarissima campagna elettorale condotta dall’allora candidato sindaco Gianpiero Cipani, ora primo cittadino, assieme ai componenti della lista "Progetto Salò-Lista civica Cipani", le iniziative promosse per gli elettori finiscono nel mirino della Lega Nord che ha presentato un’interpellanza al Ministero dello sviluppo economico.

I fatti. A poche settimane dalle elezioni amministrative, la lista guidata dal candidato Cipani aveva messo in palio in una "lotteria" alcuni sbalorditivi premi: 10 biglietti per i mondiali di calcio in Brasile (comprensivi di pass per entrare a "Casa Azzurri"); 4 biglietti per lo stadio di San Siro (2 per partite del Milan e 2 per quelle dell’Inter); 2 biglietti per un concerto di Vasco Rossi, altri 2 per Ligabue, 4 per Alessandra Amoroso e 4 per Francesco Renga. Alla lotteria non potevano partecipare tutti, bensì solo coloro che si recavano presso la sede della lista e compilavano un modulo.

Già allora si gridò allo scandalo (leggi la notizia), ed alcuni cittadini si rivolsero alle forze dell’ordine. A distanza di mesi il deputato leghista Davide Caparini ha presentato l’interrogazione al ministro Federica Guidi, chiedendole di fare luce sulla leggittimità dell’operazione e sul fatto che si sia trattato di un concorso a premi senza la necessaria e obbligatoria autorizzazione da parte del Ministero.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. ma è il figlio di quello che era in A2A messo li anche se era stato soggetto di fallimento? caparini è quello che è in parlamento quasi prima di bossi e ancora sta lì nonostante i cambiamenti in lega? mhhhh ottimo rappresentante e che grande interrogazione…. fa il pari con quelli che interrogano il ministro perché la loro squadra di calcio perde. bravo, ti sei guadagnato il tuo piccolo stipendio da parlamentare… M5S avanti!!!!!!

RISPONDI