Il battibecco tra sindaco e giornalista finisce in consiglio comunale

3
Il sindaco di Brescia Emilio del Bono
Il sindaco di Brescia Emilio del Bono

Troppi condizionali e troppe poche certezze hanno dato vita ad un “simpatico” siparietto durante il consiglio comunale odierno. I condizionali sono quelli contenuti nell’interrogazione presentata da Lega Nord e Forza Italia sulla presunta reazione del sindaco agli attacchi di un giornalista di radio Monte Maddalena, Rodolfo Zucca, che durante una sua trasmissione ha denunciato di essere stato addirittura “preso per il bavero” dal sindaco. La sua colpa sarebbe stata quella di aver criticato l’amministrazione Del Bono.

Amministrazione che però, attraverso la conferenza dei capigruppo aveva deciso di ritirare. Da qui le domande della minoranza che, attraverso Maione si chiede perché “non la si sia voluta mettere all’ordine del giorno – e ribadisce -. Volevamo sapere cosa fosse veramente accaduto”. La risposta del presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Ungari è stata chiara: “troppi condizionali e una frase strana: “Se è assicurata la sicurezza negli uffici dal sindaco”. Nel merito è intervenuto anche il consigliere della Lega Nord, Massimo Tacconi che ha definito i fatti presumibilmente accaduti “particolarmente gravi” ribadendo che “si doveva discuterne”. L’ultimo affondo è dell’ex sindaco Adriano paroli che ha sottolineato come “Al di là del merito dell’interrogazione, è per la prima volta in tanti anni che in consiglio si va a censurare un’interrogazione”.

Comments

comments

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY