Assalto al pullman vicentino: Curva Nord chiusa un turno e trasferta vietata

0
Bsnews whatsapp

Quando arriva il momento più importante del campionato del Brescia, che potrebbe rappresentare un clamoroso ritorno in corsa verso la salvezza sul campo, le Rondinelle potrebbero dover fare a meno dei propri tifosi. In seguito agli scontri verificatisi al di fuori dello stadio dopo la partita col Vicenza (leggi la notizia), l’Osservatorio del Viminale sulle manifestazioni sportive ha deciso di vietare agli ultras la trasferta di sabato a La Spezia e di chiudere per un turno, nella gara contro il Catania del 9 maggio, la Curva Nord.

La decisione dell’Osservatorio sarà analizzata stamane dal Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive; a tarda mattina si saprà se il provvedimento è confermato o meno, certo è che con i fatti accaduti domenica prima e durante il derby di Torino, e poi con quelli bresciani, l’Osservatorio potrebbe cercare di mostrare il pugno duro e punire con decisione le tifoserie. 

Un primo commento a caldo alla notizia è giunto da due dei rappresentanti del tifo organizzato all’interno del Rigamonti; le loro dichiarazioni sono riportate sulle colonne di Bresciaoggi. Enzo Ghidesi della Curva Nord: "Ormai sembra che a tartassare Brescia ci si prenda gusto, tanto calcisticamente non conta niente. È la prima volta che si prendono provvedimenti così pesanti nei confronti di una tifoseria per fatti accaduti lontano dallo stadio. Le decisioni su Juve e Toro riguardano episodi avvenuti dentro l´impianto. Da noi invece no. E per 30-40 che hanno partecipato all´agguato, pagano i 4.000 abbonati della Curva Nord Brescia che non c´entrano niente". Dello stesso tenore le parole di Diego Piccinelli, portavoce del gruppo ultras Brescia 1911: "Una decisione ingiusta e per me lo è se chiudono qualsiasi curva, che sia di tifosi bresciani, atalantini o napoletani. Non entriamo nel merito dell´assalto al pullman dei tifosi del Vicenza. Chi ha sbagliato deve pagare, ma perchè devono essere discriminati coloro che non c´entano niente?".
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Nessun comunicato di condanna x i fatti accaduti da parte dei geni della curva? Li fanno solo x le minchiate a cui solo loro credono e danno importanza? Crescete ragazzi , svegliatevi , non è più il tempo di giocare alla guerra come all'asilo!!!

  2. Ma la decenza di stare zitti no eh? Stesso livello di chi "riesce" a ferire ad un ragazzino di 12 anni…
    Complimenti, pure nell’idiozia della mentalità ultras siete ridicoli!

  3. E meno male che il Brescia ha vinto la partita. Se perdeva dovevamo aspettarci bombe nella metropolitana ? C’è da avere paura di questi scalmanati. E 30-40 non sono affatto pochi per mettere sottosopra una città.

  4. spero che qualcuno cominci a vergognarsi di farsi chiamare Ultras dopo un gesto tanto vile! Questo è il vero volto della mentalità Ultras, assaltare un pullman carico di tifosi tranquilli, ferire un bambino e scappare….. Mica se la prendono con altri Ultras, magari c’è qualcuno che mena eh!

  5. La maggioranza dei Bresciani e dei cittadini che vivono a Brescia si vergognano di questi "signori". Ora basta, farla finita con il tifo violento, con chi trasforma la visione di una partita di calcio in uno scontro è possibile. Batsa finire di pagargli trasferte, posti gratis ecc. Facciamo capire loro che non sono ben visti e tanto meno graditi. Soprattutto gli eroi che feriscono bambini di 12 anni!

RISPONDI