Poliziotti non in servizio salvano donna da suicidio e bloccano gli autori di un furto

0

Erano entrambi liberI dal servizio e si sono trovati a risolvere due situazioni che potevano anche finire in tragedia. Il primo episodio è accaduto mercoledì: uno dei sostituti del Commissario della Questura di Brescia si trovava a Spoleto e, durante una passeggiata in compagnia della moglie, nel percorrere il ponte delle Torri, ha sentito le urla di un ragazza che chiedeva aiuto perché stava trattenendo una donna che voleva togliersi la vita.  Il poliziotto è corso immediatamente in direzione delle urla ed ha aiutato la studentessa che stava tenendo una cittadina straniera, dalla corporatura robusta, che tentava di lanciarsi nel vuoto dal cornicione del ponte. L’agente ha messo in salvo la signora straniera che, in stato confusionale, è stata affidata  alla cura dei sanitari e dei familiari. Per la studentessa è stato chiesto al sindaco della cittadina umbra un riconoscimento pubblico per l’altissimo senso civico dimostrato.

L’altro episodio è accaduto ieri, alle ore 15.00 circa: un agente della Squadra Mobile della Questura di Brescia, libero dal servizio, nel caricare in macchina la spesa fatta a Leroy Merlin ha sentito le urla di una commessa che chiedeva aiuto. Resosi conto in pochi istanti di quello che stava accadendo ha seguito con la propria macchina un uomo che stava scappando in direzione del negozio Pittarello. Giunto alla rotonda di via Labirinto l’uomo è salito a bordo di un’autovettura a bordo della quale lo attendeva un complice e i due hanno imboccato la tangenziale sud in direzione di Milano. L’agente ha continuato ad inseguirli allertando contemporaneamente la Sala Radio e un collega di una Volante in servizio. L’ausilio di un equipaggio della Stradale di Darfo e della Volante ha permesso all’agente di bloccarli in sicurezza nonostante l’intenso traffico che, a quell’ora, c’era in tangenziale. I fermati sono due cittadini italiani, uno di Milano ed uno di Napoli, trentenni entrambi. A bordo dell’auto sono stati rinvenuti l’attrezzatura da elettricista asportata dal negozio. I due, incensurati, sono stati indagati per furto aggravato in concorso.

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY