Minaccia di gettarsi da una cabina elettrica: carabiniere di Chiari salva una 69enne

0

E’ riuscita con forza a divincolarsi da due operatori sanitari e a salire tramite una scaletta su una cabina elettrica alta cinque metri, il tutto per evitare un trattamento sanitario obbligatorio. E’ stata grande la paura vissuta martedì pomeriggio a Chiari, ma grazie all’intervento del maresciallo Davide D’Aquila una 69enne affetta da problemi psichiatrici è stata portata in salvo.

La donna quando ha capito che i due operatori del dipartimento di salute mentale dell’ospedale la stavano portando in struttura è fuggita alle loro cure e, una volta salita sulla cabina, ha minacciato di lasciarsi cadere. Solo la grande pazienza e il tatto del maresciallo, che ha parlato a lungo con la donna, convincendola a farlo salire con lei sulla cabina, hanno evitato il peggio. Una volta che la 69enne è stata calmata dalle parole del militare, i due hanno lentamente sceso la scaletta fino a che la donna è stata portata in ospedale per essere curata.
(red.)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. quando le istituzioni faranno qualcosa per consentire una vita dignitosa anche a queste persone affette da disturbi mentali sarà sempre tropo tardi…e poi ci definiamo un paese civile

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome