Omicidio via Orzinuovi, clochard ucciso di botte. Fermato 36enne ucraino

4
Bsnews whatsapp

L’hanno massacrato di botte, calci e pugni finché non è morto. L’uomo, un senzatetto ucraino, trovato questa notte alle 4 nell’area dell’ex Pietra dove era solito, è morto a causa delle ferite inferte da calci e pugni. Ora i carabinieri, che sono giunti sul luogo dell’omicidio dopo una segnalazione al 112, stanno cercando di indagare per capire cosa sia successo.

Sotto interrogatorio un connazionale della vittima che era solito dormire insieme a lui nell’area dell’ex Pietra e che, secondo le prime informazioni, sarebbe stato trovato con gli abiti sporchi di sangue. Al termine dell’interrogatorio i carabinieri hanno fermato il 36enne ucraino, trattenendolo in caserma. Secondo le prime informazioni infatti l’uomo sarebbe il responsabile dell’omicidio del connazionale. I due avrebbero litigato per futili motivi, forse per un posto letto, fino a quando la lite non è degenerata finendo in tragedia.

 

ARTICOLO AGGIORNATO ALLE 17,30 DEL 22/05/2015

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. ma che vita è quella di un senzatetto…il massimo che ti può offrire è diventare alcolizzato per sopravvivere al freddo e ai mostri che ti girano nella testa

  2. che tristezza finire così la propria vita vuol dire davvero sprecarla, se penso che c’è gente malata che farebbe qualsiasi cosa pur di avere la possibilità di vivere

  3. non vorrei sembrare insensibile, ma queste persone ucraine perché si trovavano a fare i barboni a Brescia. perché non farli nel loro paese? forse perchè qui c’è ancora qualcosa da ottenere se non hai soldi e casa?

RISPONDI