Truffavano anziani vendendo rilevatori di fumo, sgominata banda

0
Bsnews whatsapp

Convincevano gli anziani ad acquistare rilevatori di fughe di gas, facendo credere loro che fossero obbligatori per legge. E’ stata così sgominata, dalla Polizia di Stato, un’organizzazione criminale che agiva nelle città di Modena, Lecco, Roma e Ostia, Firenze. Anche a Brescia sono state effettuate perquisizioni per risalire alla banda che si è scoperto essere composta da truffatori di età compresa tra i 20 e i 40 anni.

I malviventi passavano da porta a porta indossando una sorta di divisa e fingendosi di una ditta specializzata e convincevano gli anziani all’acquisto dicendo loro che i rilevatori erano obbligatori e che non installarli avrebbe comportato il pagamento di pene pecuniarie. Alcuni anziani, quasi spaventati, pagavano anche in contanti.  La procura della Repubblica di Firenze ha emesso 12 decreti di perquisizione che sono stati eseguiti nelle provincie di Milano, Brescia e Verona: le accuse a carico degli indagati sono associazione a delinquere finalizzata alla commissione di truffe.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. non ci sono altri provvedimenti validi per questi loschi figuri, vanno ingabbiati per qualche annetto a meditare su cosa si rischia a truffare le persone più deboli. poi va loro requisito tutto per risarcire i malcapitati, con gli interessi. questo farebbe una magistratura degna.

RISPONDI