Gazebo leghista distrutto dagli antagonisti. Magazzino 47 al centro delle polemiche

20
Bsnews whatsapp

Ancora tensioni in città a causa degli antagonisti. Ieri pomeriggio, infatti, alcuni attivisti di estrema sinistra che fanno riferimento al Magazzino 47 hanno distrutto il gazebo allestito dalla Lega in corso Zanardelli. Immediate e forti le polemiche per un gesto condannato da tutti i rappresentanti del mondo politico bresciano.

"Si tratta dell’ennesimo atto di violenza compiuto da persone che sguazzano nell’illegalità e che andrebbero fermate una volta per tutte”, ha attaccato l’assessore regionale Simona Bordonali, Sono i soliti compagni che alzano le bandiere della pace quando è di moda e che poi si ritrovano il sabato pomeriggio a sfasciare vetrine e a distruggere i punti informativi di chi non la pensa come loro. Questi vigliacchi non devono più passarla liscia. Esprimo la mia solidarietà e vicinanza ai militanti della Lega Nord e a tutti i bresciani che credono nella pluralità di pensiero”.

“Pochi giorni fa”, continua Bordonali, “gli antagonisti di sinistra hanno sfondato una vetrina della sede della Lega Nord a Milano, oggi hanno danneggiato un gazebo a Brescia. È ora di interrogarsi sul futuro dei centri sociali abusivi, spazi in cui estremisti ideologici hanno troppo spesso la possibilità di nascondersi senza conseguenze. È necessario ripristinare la legalità e riconsegnare ai cittadini tutti gli immobili occupati in maniera impropria. Mi auguro – conclude Bordonali – che al contrario di quanto fatto dal suo collega milanese Pisapia, il sindaco di Brescia Del Bono abbia il coraggio di condannare apertamente e pubblicamente questi atti di violenza gratuita".

Durissimo anche il segretario cittadino Matteo Rinaldi che ha parlato dell"Ennesimo atto criminoso compiuto da gente che, sapendo di contare su impunità e partiti politici che li corteggiano, facendosi beffe delle più elementari regole democratiche, distrugge un gazebo della Lega Nord nel quale pacifici militanti stavano raccogliendo firme a sostegno del referendum per l’abrogazione della "LeggeMerlin". Mentre Fabio Rolfi, via Facebook, ha sottolineato che si tratta dell’“ennesima aggressione in una città dove questa banda di delinquenti occupa stabili, impedisce sfratti, colpisce che la pensa diversamente da loro, nell’ impunità più totale”.

Infine l’ex segretario Paolo Sabbadini, tra i primi a segnalare la notizia via social e tra i più arrabbiati (ma tra i commenti al suo intervento c’è addirittura qualcuno che propone di bruciaere il Magazzino 47). “A Brescia”, ha scritto su Facebook, “il Magazzino 47 è capace di esprimere le proprie idee soltanto in questo; centri sociali protetti politicamente dalla sinistra che amministra la città e per questo corresponsabili. Chiudere i centri sociali, ricettacolo di sbandati, proposta che la Lega Nord auspica da anni. Servirebbe una proposta in tal senso da portare in Consiglio comunale per vedere effettivamente da che parte stanno il Sindaco e la sua Giunta”. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

20 COMMENTI

  1. fai pena. ma sicuramente sei uno di quelli che ci sguazza dentro in quella melma “meticcia”, e hai molto da perdere. cambierà il tempo e allora la vedrai davvero la tempesta. auguri.

  2. Sono da sempre contrario alle idee della lega, soprattutto ora che si allea con i fascisti. Ma chi ha distrutto il gazebo ha sbagliato in tutti i sensi compiendo un gesto squadrista. Non si affermano i valori della civiltà comportandosi in modo incivile. Grave danno alla collettività offrire una immagine distorta delle lotte sociali. Gli autori devono pagarla.

  3. ma guarda che gli autori e i mandanti sono perfettamente noti alla Giustizia. è che godono della più completa impunità politica… per ora!

  4. Spariamo che il nostro sindaco si esprima su Facebook in relazione a questi fatti incivili !!!! Si esprima signor sindaco il suo intervento sarebbe molto importante !!!

  5. Aspettiamo di sapere che posizione prenderanno i DEL BONO, FENAROLI, GALLETTI e amici/compagni contro questi VIOLENTI E FACINOROSI del MAGAZZINO 47 ……. Ma non potrà essere solo una posizione di CONDANNA CONTRO LA VIOLENZA che tanto alla fine NON VUOLE DIRE NULLA ….. ma certamente non arriverà nessuna presa di posizione DURA contro i loro NIPOTINI VIOLENTI del MAGAZZINO 47 e della loro odiosa RADIO che ogni giorno incita alla VIOLENZA ANTIFASCISTA !!!!!!

  6. Non è possibile che questi siano sempre VIOLENTI contro quelli che non la pensano come loro : DIVENTANO VIOLENTI contro la LEGA, contro FORZA NUOVA, contro il PD, contro i COMMERCIANTI, contro gli INDUSTRIALI, contro la CHIESA …… insomma viviamo in una città nella quale gli antagonisti del MAGAZZINO 47 e gruppi affiancanti COMANDANO LORO su CHI DEVE O NO PARLARE e chi PUO’ o NON PUO’ MANIFESTARE LE PROPRIE IDEE !!!!!! Per questo che alla fine molti come ma ritorneranno a VOTARE A DESTRA !!!!!!!!!!!!

  7. Inafatti vedi che ti hanno cancellato il commento perché non rispettoso. Si fa presto a passare dalla parte della ragione (da cui sei partito) alla parte del torto (dove sei arrivato). Anche gli autori della distruzione del gazebo hanno fatto lo stesso errore: hanno pensato che siccome la lega diffonde odio ed intolleranza (verissimo) andasse ripagata con la stessa moneta. Niente di più sbagliato, perché conferma l’idea che l’odio e l’intolleranza sono valori anziché´ disvalori.

  8. Io non sono leghista ma nonostante questo condanno vivamente il gesto fatto da questi squadristi . Per quanto riguarda il tuo commento … Ti compatisco … Spero tu non abbia figli altrimenti cosa potresti insegnare loro …

  9. i nazicomunisti del magazzino sono esattamente come gli adepti nazisti. Non sei in accordo con loro e giu botte e distruzione. Bravi Hitler sarebbe fiero di voi!

  10. Giusto, e poi a Salvini piace pure assai l’amico Putin, che qualche venatura veterocomunista e stalinista sembra proprio portarsela ancora dentro…

  11. Per una volta che qualcuno si occupa del degrado del nostro centro storico e cerca di fare un po’ di pulizia… Con tutti i turisti che affollano la città grazie a Expo metti che si imbattano in qualche simile di Borghezio: che figura ci faremmo? Già ci sono le ferrovie francesi che remano contro, almeno evitiamo di dare adito a nuove maldicenze.

  12. Certo carissimo utente “mah…” siamo d’accordissimo con Voi sul degrado del centro storico ( e non solo) di Brescia ma…i “bravi ragazzi dei centri sociali” perchè non fanno pulizia di spacciatori et simili che girano nel nostro centro storico…ah..non ci ricordavamo che sono culo e camicia con i “fratellimigranti” che hanno ridotto la nostra città ad una casbah degradata ricettacolo di degrado e sporcizia . Evviva i fratellimigranti…. .a casa loro!

RISPONDI