Premi produttività, la Loggia distribuisce oltre 2,5 milioni di euro ai dipendenti

24

Il premio di produttività per i dipendenti a tempo indeterminato del Comune di Brescia quest’anno costerà alla Loggia 2 milioni e 585mila euro. Cifra che risulta da alcuni calcoli sul raggiungimento degli obiettivi e sui comportamenti individuali.

Come riporta il Corsera, l’assessore Panteghini ha spiegato: “Per quanto riguarda la produttività collettiva il 60% delle risorse è stato attribuito sulla base del raggiungimento di obiettivi di gruppo, ovvero il raggiungimento dei target degli indicatori di qualità inseriti, settore per settore, nel Piano esecutivo di gestione. Il restante 40 % è stato attribuito in relazione ai comportamenti organizzativi valutati dai dirigenti, sulla base di apposite schede di valutazione”.

Il premio medio annuo si aggira intorno ai 1100 euro lordi e raggiunge al massimo i 1300 euro lordi . La fetta maggiore dei riconoscimenti è andata agli agenti della Polizia Locale. Inoltre, come ha ricordato lo stesso Panteghini “ La spesa per il personale si è ridotta negli anni, passando dai 74,2 milioni di euro del 2011 ai 68,5 circa del 2014”. Il motivo, oltre alla riduzione dei dipendenti è anche il ridotto utilizzo delle competenze, che “ dal 2012 al 2014 è passato 1,9 milioni a 900.000 euro”. Se a ciò si aggiunge che Padova, città simile a Brescia per dimensioni, ha elargito al personale non dirigente a tempo indeterminato 4,5 milioni di euro di premi produzione, il virtuosismo della Loggia appare ancora più significativo.

Comments

comments

24 COMMENTS

  1. logica vorrebbe che sanzionasse chi non fa ciò che deve, non che si premi chi fa il suo lavoro. ma paga pantalone, quindi…

  2. Guarda che le aziende più efficaci sono quelle che lavorano con premi produzione legati a matrici di performance. Tutte fesse le multinazionali oppure forse con questo sistema premiano i meritevoli e disincentivano i pigri?

  3. Il problema è che non c’è nessuno criterio, nessun metodo, nessun metro di valutazione, nessun indice di produttività che giustifichino i premi. Sono premi a pioggia, praticamente una quota fissa dello stipendio. Se fosse veramente un premio non sarebbe la stessa cifra ogni anno. E invece, guarda caso, i dipendenti son bravissimi sempre nello stesso modo e nello stesso numero. In definitiva, un aumento di stipendio diffuso ed equamente spalmato, INDIPENDENTEMENTE DAL REALE MERITO.

  4. Il problema è che non c’è nessuno criterio, nessun metodo, nessun metro di valutazione, nessun indice di produttività che giustifichino i premi. Sono premi a pioggia, praticamente una quota fissa dello stipendio. Se fosse veramente un premio non sarebbe la stessa cifra ogni anno. E invece, guarda caso, i dipendenti son bravissimi sempre nello stesso modo e nello stesso numero. In definitiva, un aumento di stipendio diffuso ed equamente spalmato, INDIPENDENTEMENTE DAL REALE MERITO.

  5. leggere certe cose, e come commentare la tredicesima o la quattordicesima in modo negativo. Il pubblico viene valutato ogni anno dai dirigenti le votazioni comtemplano anche l’insufficiente. Unico contratto in Italia che se vieni valutato deu volte di fila insufficiente vieni licenziato, è successo e succede. Il pubblico ha il contratto bloccato da 8 anni. lo stipendio medio di in dipendente comunale è di 1100 euro al mese. Ma comunque buona critica e buon qualunquismo a tutti.

  6. E allora mi spieghi perchè il premi sono sempre gli stessi? Avete il coraggio di pubblicare come, perchè e a chi vengono dati e a chi no? Io non sono qualunquista, sono uno che con le proprie tasse paga i dipendenti comunali. Avrò il diritto di sapere?

  7. io con le mie pago i dipendenti delle banche, dell’enel, delle poste, dell’a2a, della fiat (cassa integrazione ecc.) delle aziende di abbigliamento ecc…, il qualunquismo nasce quando si afferma per sentito dire e non per sapere. basta guardare il bilancio e si vede che le fasce che vanno dal voto 60 al 100 son piene di nomi. basta chiedere al sindacato che ha tutti i nomi e cognomi. Avrò il diritto di sapere come mai con la gente che muore di fame la banche fanno gli utili? avrò il diritto di sapere perchè in banca hanno aumentato lo stipendio? perchè un impiegato in A2A guadagna il 20/30% in più di uno in comune? perchè il contratto del commercio prevede la quattordicesima? avrò il diritto di sapere quanto guadagni tu che lavori sicuramente in una ditta che vende al consumatore, avrà il diritto il consumatore che con le sue tasche ti paga lo stipendio? buona polemica

  8. un addetto alla vendita ,purtroppo,deve vendere.e mettere un cliente nelle migliori condizioni possibili…..sicuro succeda lo stesso nel pubblico?

  9. Un impiegato pubblico che si occupa di asfaltatura delle strade, prende il premio di produzione quando si asfaltano le strade. Indipendentemente dal fatto che se ne asfaltino tante, poche, lo si faccia bene o male. Che ne dice, signor “dispiace”? Ha per caso da citare un caso a Brescia di licenziamento a seguito di doppia valutazione insufficiente?

  10. caro dispiace. dalle sue argomentazioni si percepisce che lei è un bravo e solerte dipendente pubblico. Ne conosco alcuni che in comune di Brescia sono, per usare un eufemismo, non indispensabili.

  11. Mi permetto: c’è qualcuno che conosce in dettaglio il sistema di valutazione delle risorse umane del Comune di Brescia ? C’è qualcuno che sa come vengano valutate e da chi le conoscenze e le competenze ? C’è qualcuno che sa se si valuta anche il potenziale delle risorse umane ? Esistono dei percorsi di carriera interni ? Si fanno assessment center di valutazione ? Quali sono gli obiettivi (non qualitativi, ma precisi e misurabili, altrimenti non sono obiettivi) assegnati e le unità funzionali e gerarchiche sulle quali vengono calati ? Il riferimento tecnico è solo il PEG ? In sintesi, target ed indicatori di qualità più comportamenti organizzativi sono “fuffa” non obiettivi così come un sistema di valutazione che funziona “a divinis”. Se poi pensiamo che il settore è quello pubblico, allora andiamo tutti a dormire, visto che fa anche caldo…

  12. per stradivarius: ti leggo sempre con piacere, davvero, ma stavolta sbagli. cosa vuoi che si faccia di tutte le cose che scrivi in un comune come quello di brescia quando ci vogliono tre mesi per poter acquistare una biro (determina, meoa, consip, cig, etc. etc. etc.)? percorsi di carriera interni??? ma se da 8 anni i dipendenti (1.150 euro al mese…) sono senza contratto!!!

  13. ” …La fetta maggiore dei riconoscimenti è andata agli agenti della Polizia locale…”. Tanto mi basta per farmi una convinzione! Nel pubblico impiego, distribuire premi coi soldi della collettività crea consenso ai politici amministratori, che, peraltro, non pagano di tasca loro, mentre nel privato chi elargisce le somme, pagate di tasca sua, ha tutti i motivi per essere oculato. Quanti dipendenti sono stati licenziati dal Cpmune di Brescia, escludendo quelli che hanno commesso reati contro la pubblica amministrazione?

  14. Ma parla come mangi beota! Assessment center di sta cippa! I tuoi ridondanti e ridicoli post possono sembrare argomentati e seri al volgo, ma non a me. Dai sei bravo, lavori in qualche societa’ milanese e ti riempi la bocca di frasi fatte e funzioni NON applicabili al pubblico (o alla realta’ bresciana). Per dirla alla meneghina: va a ciapa’ i ratt

  15. sia necessario equilibrio. esistono forse dei venditori disonesti? esistono forse delle banche che truffano i clienti? esistono forse dei ristoratori che …? vogliamo citare i bond parmalat, le truffe online ecc.., i cibi scaduti, è evidente che non esiste una categoria di lavoratori totalmente esente da furbizia, disonestà, assenteismo. Il punto è che non tutti sono così. E’ irritante fare di tutta un’erba un fascio, per tutti. Ci sono dipendenti comunali, in piccoli comuni in particalare, che da anni non fanno le ferie perchè non c’è nessuno che li soatituisca e l’ufficio deve restare aperto, parlo di quasi dieci anni di ferie non godute. E’ forse un cattivo servizio il suo? o il solo essere dipendente pubblico lo rende meritevole di insulti? senza vigili, polizia , carabinieri professori, insegnanti,spazzini ecc. ecc. siamo così convinti che la società sarebbe migliore? mi dite che le cose non vanno come dovrebbero? vero, e allora partecipate alla vita pubblica, anche solo votando, per far si che le cose cambino.

  16. lo sanno tutti che vi sono dei dipendenti pubblici che meritano ed altri da prendere a calci……ecco,si vorrebbe appunto che quelli che meritano venissero premiati,quelli che no,magari,come succede nel privato,mandaTI far altri lavori….

  17. Adesso capisco perché il mio povero nonno ci consigliava di “diventare un dipendente pubblico”: ti premiano perché fai il tuo dovere…e non ti tolgono niente se non lo fai!!!

  18. Ho detto esttamente che tutto quanto si farebbe e si fa da almeno trent’anni nelle Aree Risorse Umane di un’impresa privata con un numero di dipendenti come quello del Comune di Brescia, non passa ad alcuno neanche per l’anticamera del cervello. Sia chiaro, come ben commenta qualcuno, questo vale nel bene e nel male: si valorizzerebbero risorse che meritano e si ridimensionerebbero dei nullafacenti di mestiere. Sistemi non applicabili nel pubblico ? Esatto: conviene a troppi dire così, a cominciare dai dirigenti e dai capi che “navigano a vista”. Ma altri e non pochi vorrebbero invece essere “valutati per le effettive professionalità possedute” e magari non sottoposti solo al mutare del vento politico, come invece puntualmente accade.

  19. soldi a pioggia. Ecco a voi i nuovi ricchi! Soldi sicuri (per ora) malattie garantite e retribuite, permessi di ogni tipo, ferie, auto pc telefoni tutto “a gratissss”

  20. secondo stradituttologo i premi ai poveri agenti della polizia locale vengono elargiti in accordo al “mutare del vento politico”? che imbonitore!

  21. tuttologo lui, “nientologo” tu. Scrivi messaggi di una vacuità disperante. Ti da fastidio chi non è ignorante, vero?

LEAVE A REPLY