Prende a pugni gli strumenti del Pronto soccorso della Poliambulanza: arrestato

33
Bsnews whatsapp

Nella nottata di ieri, quando erano circa le 02.20, gli agenti di una Volante hanno arrestato un cittadino kosovaro del 1983.

L’uomo, domiciliato al campo nomadi di Borgosatollo, era stato portato al Pronto Soccorso della Poliambulanza per essere medicato ai polsi in seguito ad un tentativo di autolesionismo. Nel corso della medicazione però l’uomo ha iniziato ad inveire contro la dottoressa che lo stava curando prendendo a pugni la colonna medica attrezzata e danneggiandola.

All’arrivo gli agenti l’uomo è stato immobilizzarlo, non senza fatica, per poi essere sedato dal personale medico e arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento. L’uomo aveva già vari precedenti di polizia e risulta irregolare sul territorio.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

33 COMMENTI

  1. avanti tutti e noi paghiamo il servizio sanitario ovviamente gratuito anche a questi soggetti. dopo si domandando come mai certi personaggi prendono i voti

  2. Difficile stabilire se sei più fuori di testa tu o il protagonista dell’episodio. Lui è messo male ma tu non stai bene. Curati che ci sono ottimi professionisti.

  3. dai smettila di dire sciocchezze. Sono sicuro che in Pronto Soccorso alla Poliambulanza c’erano in quel momento anche medici, infermieri e portantini immigrati che sono una risorsa per noi tutti. Smettila tu e gli altri razzisti di dare addosso agli stranieri.

  4. Dài smettiamola. Oltre alla miriade di crescenti problemi sempre più sociali ed economici di noi autoctoni (non restano ormai altre definizioni) dobbiamo sobbarcarci quelli divquei non autoctoni (così non facciamo torto a nessuno) che non sono assolutamnete risorse ma solo costi rilevanti e crescenti per la comunità. In nome di cosa ? Dell’accoglienza “a prescindere”? Dell’integrazione “a prescindere” ? Del buonismo “a prescindere” ? No, c’è un confine di controllo normativo e di presidio pubblico che bisogna cominciare a tracciare seriamente come in Australia, in Nuova Zelanda o in Canada. Altrimenti, sarà la deriva: pericolosa e irreversibile.

  5. Passate qualche notte in ambulanza come ormai faccio da anni. Mi spiace dirlo ai cari buonisti ma chi combina casini e sono pericolosi sono gli extracomunitari. Quelli che non sono violenti usano le ambulanze come servizio taxi……è come dice il grande TOTÒ e io (e Voi) pago

  6. Ennesima risorsa rom che costa alla comunità……d’acco rdo con soccorritore: basta farlo e frequentare PS ed ambulanze….pretend ono, consumano risorse (non loro) ed inoltre spaccano.

  7. “pretendono” / “consumano” / “spaccano” MA CHI PERDIO???? CHI??? Rom? Sinti? Marocchini? Cinesi? Indiani? Svizzeri? Yemeniti di seconda generazione? Meridionali di terza generazione? Bresciani juventini? Bergamaschi che vivono a Brescia? Di certo TU non sei una risorsa per la societa’ in cui vivo. RUSPA PER TE

  8. Mi dispiace caro Lei….13 anni di soccorritore, alcune centinaia di migliaia di euro pagati dalla mia famiglia tra IVA,ILOR,TASI,ISI,IM U,ICI,IRPEF,BOLLI AUTO, CAMION, Imposte di Registro, Imposte Giudiziarie, ecc…….le risorse le abbiamo tirate fuori noi dai nostri portafogli………l e altre sono sue chiacchiere.

  9. Hai pagato le tasse? Bene bravo, come il sottoscritto e la stragrande minoranza dei bresciani. Prendono, consumano spaccano cosa? Chi? Come? Quale etnia? Si spieghi! Argomenti il tema. RUSPA PER TE

  10. Si pago le tasse e faccio volontariato, RUSPA PER TE vieni in ambulanza e fatti un giro in PS vedrai sarà una bella esperienza……..
    C aro B teniamo duro e andiamo avanti!

  11. Credo in quello che dici, ovvero che molte delle persone che vengono soccorse per strada lo sono in quanto vivono in condizioni di marginalità e tra queste persone molte sono straniere. Credo anche al fatto che tu e la tua famiglia siate brave persone e ti ringrazio per il volontariato che svolgi a favore di noi tutti. Ma devi verde le cose con un angolo di visione maggiore: la gran parte delle risorse pubbliche sono sottratte da evasori e corrotti, non dagli immigrati. Il rapporto é 1 a 5mila. Tutti gli studi concordano che gli stranieri in Italia, nel loro insieme, producono molte più risorse di quelle che consumano.

  12. Si vede che leggi pochino. Prova ad usare google…..Cose utili da sapere:

    – Quanto ha speso l’Italia per gli immigrati: nel 2012 lo stato italiano ha speso 12,6 miliardi di euro per l’arrivo di nuove famiglie di immigrati sul suolo italiano.
    – Le spese comprendono gli oneri per i servizi sanitari (3,7 miliardi), quelli educativi (3,5), i servizi sociali (0,6), gli alloggi (0,4), la giustizia (1,8), le spese del ministero degli Interni per la gestione (1,0) e i trasferimenti economici (1,6).
    – Calcolando che la spesa pubblica in Italia è stata di 800 miliardi, i costi dell’immigrazione sono stati l’1,57 per cento della quota complessiva.
    – Quanto ha ottenuto l’Italia dagli immigrati: lo stato, nel 2012, ha ottenuto 16,5 miliardi di euro dagli stranieri così suddivisi:
    – Una parte delle entrate – vale a dire 7 miliardi di euro circa – deriva dal pagamento dell’Irpef (4,9 miliardi di euro), dall’imposta sui consumi (1,4 miliardi), sugli oli minerali (0,84), su lotto e lotterie (0,21) e per tasse e permessi (0,25).
    – A ciò vanno aggiunti 8,9 miliardi di contributi previdenziali per gli stranieri.
    – Il totale delle entrate di 16,5 miliardi di euro nel 2012 ha quindi coperto con scarto i 12,6 miliardi di spesa pubblica. I cittadini stranieri hanno fruttato 3,9 miliardi di euro all’economia italiana.
    – Occupazione: gli immigrati creano anche lavoro. In Italia possiedono l’8,2 per cento delle aziende totali e, grazie a queste, producono 85 miliardi di valore aggiunto.
    – Mentre il bilancio delle attività italiane è negativo, dal momento che nel 2012 almeno 50mila imprese hanno dovuto chiudere per via della crisi, gli stranieri hanno investito a tal punto da far crescere di 18mila il numero delle attività commerciali degli immigrati rispetto all’anno precedente.

  13. Sei un genio: confronti le spese sostenute per gli ultimi arrivati con la “ricchezza”, presunta, prodotta dai milioni già residenti.

  14. 55 milioni di italiani producono un valore aggiunto di circa 1800 miliardi di euro, 4,4 milioni di stranieri (quelli ufficialmente residenti) producono, a tuo dire, un valore aggiunto di 85 miliardi! Fai tu i conti

  15. Confermo che le persone che vengono soccorse per strada sono ai margini e ogni anno che passa vedo sempre più italiani disperati in cerca di un posto dove andare a dormire. Se ci fossero, come dice 856, meno evasori e pene certe per chi delinque l'Italia potrebbe avere più risorse per tutti. Chiedo un favore a tutti i lettori: interessatevi degli anziani che vi abitano vicino. Sono, secondo me, i più emarginati di tutti soprattutto quelli che vivono con pensioni da brivido e devono tirare avanti. Non potete immaginare la tenerezza che fanno quando chiedono aiuto per un malore e continuano a scusarsi per il disturbo arrecato a noi volontari.
    Be questo

  16. È questo il problema dell'Italia: estrapolazione di dati e grandi discorsi. Sta bene discutere ma bisogna anche rimboccarsi le maniche. Aiutate chi ne ha bisogno, soprattutto gli anziani, che sono i veri emarginati della società.

  17. Ma ci sei o ci fai? Dagli all’italiana? Gli extracomunitari hanno bisogno di tutto, a partire dalla sanita’ fino ad arrivare all’istruzione e fanno un mare di figli. Come fanno a consumare di meno. Probabilmente mangiano meno polenta, ma questo non basta a giustificare le stupidaggini che dici. Se non capisci nulla di economia, lascia perdere. Limitati ai tuoi atti di fede. Quelli non hanno bisogno di essere sostenuti dalla ragione.

RISPONDI