Zambelli non chiede la buonuscita: rescisso consensualmente il contratto

0
Bsnews whatsapp
Una separazione consensuale, ma non per questo meno dolorosa. Il capitano – ormai ex – del Brescia Marco Zambelli ha deciso con la società biancoazzurra di rescindere il contratto che lo legava per altri due anni alle rondinelle. 
L’ultima annata non è certo stata memorabile, anzi, probabilmente è stata la sua peggiore di sempre al Brescia, ma un po’ la notizia fa male lo stesso. Il capitano dopo una vita calcistica passata con la "V" bianca sul petto ha deciso d’accordo con la società di cambiare aria. La rescissione del contratto è stata decisa senza che Zambelli percepisca alcuna buonuscita, modalità che rappresenta la prassi quando si rompe un contratto consensualmente firmato. Il 29enne di Gavardo riceverà solo la parte di stipendio (che complessivamente ammonta a circa 250mila euro l’anno) che la società lo scorso gennaio gli congelò, al pari di quanto avvenne per altri senatori dallo stipendio pesante, a causa delle difficoltà di bilancio.
L’addio potrà trasformarsi in un arrivederci? La speranza, per le doti morali e umane di Zambelli, e per il suo attaccamento alla maglia, è questa.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Attaccamento alla maglia finchè ti danno 250000 euro all’ anno… ma per favore, chi non sarebbe “attaccato” alla maglia? Doti morali? Bah…se solo potessi parlare

  2. Giusti i commenti e si capisce, come contraltare, perchè l’Airone Caracciolo desideri fermamente restare qui. Dove trova qualcuno che scucisca 700.000 euro l’anno a spirare di carriera calcistica ?

  3. Attaccamento nel senso che probabilmente ha rinunciato ad andare in piazze più prestigiose quando magari avrebbe potuto; e questo merita rispetto almeno, poi sul resto diciamoci la verità, scarsolino come giocatore

  4. Và che si è staccata la maglia cos’è si è sciolta la colla? Meno male chè i gá mia dovràt l’ Attack, concordo con Cecco, giocatore scarso e sovrastimato, a parte correre nessuna dote rilevante, poco più di un buon podista.

RISPONDI