Profughi, Sel e l’Altra Europa con Tsipras in piazza: accoglienza contro i deliri razzisti della Lega

0

"Solidarietà ed accoglienza contro i deliri razzisti della Lega Nord". Questo il motto con cui scenderanno in Piazza Sel e l’Altra Europa con Tsipras sabato 13 giugno dalle 16 in Piazza della Loggia.

"Non possiamo tacere di fronte alle dichiarazioni del presidente della Lombardia Roberto Maroni che, in barba ai principi di solidarietà ed al rispetto dei diritti umani, minaccia tagli dei trasferimenti ai comuni – già vessati dalla miope politica d’austerità dei vari governi nazionali e regionali – che accoglieranno i profughi. – scrivono in una nota i vertici del Sel bresciano – Non solo le dichiarazioni di Maroni dimostrano, ancora una volta, la deriva razzista e disumana della Lega Nord, ma rendono evidente l’ipocrisia dell’ex Ministro dell’Interno e dei politici in camicia verde".

Il presidio vuole protestare inoltre contro l’attuale legge sull’immigrazione “Bossi – Fini”; la sottoscrizione del trattato europeo “ Dublino III. "Chiediamo – conclude la nota – al governo italiano di attuare delle vere politiche di pace e cooperazione e di predisporre un piano di accoglienza dei profughi che ricalchi i modello dello SPRAR (servizio protezione richiedenti asilo e rifugiati). Non possiamo più tollerare che questa situazione alimenti il malaffare come accertato dall’inchiesta di Mafia Capitale. Chiediamo ai comuni bresciani di non venir meno ai “doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale” così come sancito dalla nostra Costituzione. Chiediamo a tutte le forze democratiche – partiti, associazioni, movimenti – ed alle persone che si riconoscono nei valori dell’antifascismo di partecipare al presidio. Non è più il tempo di tacere di fronte ai deliri razzisti della Lega Nord e della destra italiana ma è giunto il momento di prendere posizione in difesa dei diritti umani, del principio di solidarietà e dell’accoglienza".

Comments

comments

1 COMMENT

  1. mi piacerebbe vedere quanti esponenti di SEL (compresa la loro leader) accolgono in casa propria dei fratelli migranti. in casa propria e mantenendoli con mezzi propri. o che regalano le loro seconde o terze case ai loro fratelli bisognosi. quello sarebbe un esempio di altruismo, di vera accoglienza e di autentico comunismo (anche perché come scrissero i loro amici anarchici e antagonisti sui muri di Milano durante i disordini del primo maggio “la proprietà è un furto”)… poi chiaramente per far cassa (e voti) si inneggia alla comune lotta antifascista, che nella testa di un comunista fa sempre il suo effetto… patetici!

  2. La Grecia accoglie i migranti, vero? Scusate: mi sono sbagliato. Non e’ la Grecia, ma nemmeno i compagni di Sel. Loro fanno chiacchiere e hippy horror coi soldi di paparino.

  3. Ahhhhhhhhhhhh, ahhhhhh, ahhhhhhhhhhhh…sara nno le solite quattro zecche riciclate…adesso che quel poco di classe operaia rimasta vota Lega e ha capito chi li tradisce i nostri “eroi ” difendono i fratellimigranti e i sodomiti

  4. ma di che parliamo la lista tsipras in italia già non esiste. Erano due gatti, sono riusciti a litigare su tutto. La loro eurodeputata li ha mollati….. praticamente siamo alla fissione dell’atomo. Per avere due persone devono chiamare i loro extracomunitari altrimenti la piazza è vuota. Gli operai? sono anni che hanno capito che a sinistra di loro non gliene frega nulla!

LEAVE A REPLY