Troppo vicino agli allevamenti: la Forestale pronta a catturare l’orso

0
Bsnews whatsapp
Visto che suo cugino, chiamato col nome in codice M25, è quasi certamente deceduto visto che da tempo il collare di cui era dotato non funziona, tutto il territorio è potenzialmente suo. Stiamo parlando di un orso bruno che vive sui monti tra l’alta Valcamonica e la Valtellina, un esemplare che negli ultimi giorni ha fatto parlare di sé per avere ammazzato due asini nei boschi di Incudine. 
Considerata la sua presenza troppo pericolosa e troppo vicina ai centri abitati, il Corpo forestale dello Stato e la Polizia Locale di Sondrio hanno deciso di catturare l’esemplare per spostarlo di forza altrove. La notizia è riportata stamane sul quotidiano Bresciaoggi. Per dendere possibile una cattura il meno dannosa possibile per l’orso, è stata preparata una grande gabbia metallica cilindrica delle dimesioni di tre metri, con due aperture ai lati, nella quale dovrebbe finire l’animale. La gabbia è pronta all’uso presso l’eliporto di Edolo, e verrà posizionata non appena si manifesterà una nuova incursione dell’orso, abituato a tornare sul luogo della predazione a distanza di poco tempo dal banchetto. Una volta catturato l’animale sarà trasportato in alta valle, lontano dai centri abitati.
(red.)

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

RISPONDI