I figli vengono presi con la droga. E loro… se la prendono con i carabinieri

15

I figli vengono presi con la droga. E loro… se la prendono con i carabinieri. E’ quanto accaduto a Moniga, dove i militari di Salò sono dovuti intervenire per la segnalazione di una rissa che ha coinvolto diversi ragazzini. Dai controlli è emerso che molti giovanissimi presenti erano in possesso di cannabis (complessivamente sono stati sequestrati 30 grammi, tra “fumo” e cocaina, e un coltello a serramanico). Ma i genitori, all’arrivo, invece di prendersela con i figli se la sono presa con i rappresentanti della legge. “Non avete altro da fare che prendervela con mio figlio per uno spinello?”, hanno detto alcuni, “Rovinate un giovane per così poco”. O tempora o mores.

Comments

comments

15 COMMENTS

  1. Perfettamente d’accordo con i genitori. Certo, la colpa non è direttamente dei Carabinieri che obbediscono agli ordini e sono costretti a far rispettare leggi assurde, criminali e criminogene come quelle in vigore sulle sostanze. Purtroppo, una volta che i ragazzi sono risucchiati nel tritacarne della “giustizia” c’è poco da fare; bisogna mobilitarsi per la legalizzazione delle sostanze, in modo che anche per i minorenni il possesso di cannabis abbia, da punto di vista della legge, le stesse conseguenze del possesso di alcoolici.

  2. tutto! Già siamo in balìa di rincoglioniti. I sopravvissuti ciondoleranno qua e là grazie al permissivismo più sbracato. Auguri neh.

  3. Questi genitori sbagliano. Il problema non è lo spinello, e nemmeno il carabiniere costretto ad intervenire. E’ una questione di rispetto della legge, anche quando questa appare ingiusta. Molte leggi sono inique ma il nostro dovere di cittadini è impegnarci per il loro rispetto, altrimenti diventa una giungla.

  4. I Carabinieri possono solo applicare la legge, come farebbero, ad esempio, con chi viaggiasse a 60 all’ora su una strada con un limite, magari assurdo e senza giustificazione, di 30 all’ora: il cittadino dovrebbe rispettare il limite, ma il responsabile dell’imposizione di un limite stupido e pericoloso dovrebbe pagare per la sua dabbenaggine.

  5. Mao Ze Dong, efficacemente ripreso negli anni Settanta dai brigatisti rossi. Una modalità certo utile in alcune circostanze ma non credo adatta alla vicenda in questione.

  6. Veramente complimenti adesso è colpa dei carabinieri perché dei minorenni si fanno le canne! Ma fammi il piacere. Con che coraggio questi genitori se la prendono con le forze dell'ordine se fossero i miei figli li prenderei a randellate e basta! Vergognatevi

  7. Ma sai leggere? Ho premesso subito che i Carabinieri NON HANNO ALCUNA COLPA e che sono obbligati a fare applicare la legge, per quanto sciagurata essa sia. Certo, se il tuo concetto di educazione si risolve nelle “randellate”, povero te e, soprattutto, poveri tuoi eventuali figli: il primo da ammanettare saresti tu.

  8. Brescia, con i figli in caserma per droga rimproverano i carabinieri: "Non avete altro da fare?"Chiamati in caserma dai carabinieri un gruppo di genitori, invece di prendersela con i figli minorenni sorpresi a fumare hashish e a ubriacarsi per strada, si scaglia contro i militari: "Non avete altro da fare che prendervela con un ragazzo per uno spinello? Nemmeno avesse con sé un kg di droga! Rovinare un giovane per così poco".

    I genitori erano stati convocati per riprendersi i figli adolescenti sorpresi con la droga e ubriachi davanti un locale a Moniga del Garda nel Bresciano. I ragazzi erano stati notati fuori dal locale mentre fumavano e bevevano. Addosso, sei di loro avevano in totale 30 grammi tra hashish, marijuana e cocaina, e sono stati segnalati come assuntori di droga. Un settimo è stato denunciato perché trovato in possesso di un coltello a serramanico.

    Leggi leggi

LEAVE A REPLY