Campione, un’altra stagione saltata per l’Università della vela

0

E’ stata inaugurata il 2 agosto 2012, ma da allora si sono susseguiti problemi di natura sempre diversa che non hanno mai consentito un’intera stagione di attività a pieno regime. Stiamo parlando del centro di eccellenza nazionale per gli sport di vela, sede della Fiv, Federazione italiana vela, a Campione del Garda. 

Dopo che ci furono le indagini della Guardia di Finanza per i ben noti fatti legati alle presunte irregolarità nel recupero del borgo storico di Campione, il 21 novembre 2014 è stata la volta della frana, che ancora rende inagibile il centro, una struttura all’avanguardia che consiste in 8mila metri quadrati di superficie, in grado di ospitare fino a 170 persone legate al mondo della vela. Le prospettive? Molto fosche, non si può attualmente prevedere quando l’Università della vela potrà riaprire. 

Arianna Mazzon, titolare della struttura, commenta così la situazione, sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi: "Nelle intenzioni avremmo dovuto rimanere aperti 12 mesi l´anno, ma dall´inaugurazione non ne abbiamo mai finito uno senza intoppi. Nel 2013 arrivò la Guardia di finanza a troncare un´estate che si preannunciava splendida; l´anno scorso c´è stata la frana. Purtroppo gli ultimi avvenimenti rischiano davvero di mandare in fumo quanto fatto fino ad ora. In questo momento il pensiero va ai 30 dipendenti che hanno perso il lavoro con la stagione ormai compromessa, dopo aver visto sfumare in maggio lo svolgimento il campionato europeo Rs Feva, così come dal 23 luglio al 1 agosto il campionato europeo Hobie cat 16 e il mondiale multiclasse Wild-Tiger-Dragon e Hc 14. A settembre probabilmente sarà così anche per il mondiale Team race classe 420».«Stiamo parlando di 20 o 30 mila presenze sfumate. In autunno sono previsti i "training e coaching" di gruppi tedeschi, svizzeri, australiani, neozelandesi e americani. Riapriremo? In mezzo ci sono da ultimare i lavori di messa in sicurezza della parete rocciosa, i collaudi, il piano sicurezza. Non vogliamo mollare, ma servirà il massimo sostegno delle istituzioni".
(red.)

Comments

comments

LEAVE A REPLY