Oltre 300 al corteo in ricordo di Frank: cori contro sindaco dai militanti di estrema destra

15
Bsnews whatsapp

Sotto lo slogan Brescia ai bresciani erano oltre 300 le persone presenti alla manifestazione organizzata da Forza Nuova per protestare contro il degrado e la mancata sicurezza di alcune zone cittadine come via Valcamonica, Mandolossa, via Milano. Nella prima parte nessuna bandiera o simbolo esposto: solo una fiaccolata per ricordare Frank alla quale hanno aderito, oltre a 150 esponenti di estrema destra, anche una cinquantina di Ultras del Brescia, ma anche famiglie. Poi però i militanti di estrema destra, in particolare  la delegazione di Casapound hanno intonato pesanti cori contro il sindaco Emilio Del Bono e contro le istituzioni, colpevoli del degrado della zona. 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

15 COMMENTI

  1. ma io ero li ieri sera. Non erano solo i militanti di casa pound presenti ma centinaia di persone residenti nella zona arrabbiate per la ormai decennale situazione di abbandono e degrado. mi dispiace che tutto sia ridotta ad “estremisti di destra”. Certo se fossero morti due pakistani avremmo visto il sindaco il vice sindaco il pres. della provincia quelli del magazzino ecc. a portare la loro slidarietà. Ma sono morti soli due bresciani, morti ammazzati.

  2. Esatto, nemmeno il rispetto per il dolore dei familiari come il figlio che aveva auspicato ed esplicitamente richiesto che fosse una manifestazione apolitica e non strumentale. Complimenti!

  3. sono veramente ridicoli !!! io non ho votato DEL BONO ……. ma che c’ entra il SINDACO con due morti per regolamento di conti ? Come se quando c’erano in loggia lo sceriffo rolfi, il fido labolani e il romano paroli non ci fossero problemi ! ma tutto và bene per fare un po’ di casino ………. o è caldo che è andato alla testa a questi manifestanti ….

  4. hai capito o no che erano presenti centinaia di cittadini. La tua faziosità ti rende così ceco, tanto che sei ora tu a non portare rispetto a frank. Infatti tu non eri li, complimenti alla tua solidarietà di comodo…… e poi strumentale, ma non sono mesi che si dice sui giornali da parte dei nostri amministratori che Brescia è sicura? Allora come mai l’appello al ministro dell’interno, il “giro di vite” contro lo spaccio e la criminalità, la stazione chiusa, la richiesta di inviare altri poliziotti. La città è sicura, basta strumentalizzazioni. Giusto? vai a Raccontarlo a Frank, che la città è sicura.

  5. Non prendiamoci in giro lo striscione con la scritta “Brescia ai bresciani” con lo spirito che avrebbe dovuto avere la manifestazione, cioè di puro cordoglio e vicinanza alle vittime ed al dolore dei familiari, c’entra come i cavoli a merenda e non mi si venga a dire che non ha una connotazione politica solo perchè non compare un simbolo di partito, in quanto è uno slogan utilizzato e ripetuto all’ infinito da una certa parte politica. Le foto parlano chiaro e li i giornalisti non hanno colpa quindi non tergiversiamo tirando in mezzo la stampa a caso. Massimo rispetto per le numerose persone che hanno manifestato sinceramente e zero rispetto per chi ha cavalcato il momento per i propri fini propagandistici rovinando lo spirito della manifestazione. Il figlio del povero Frank aveva richiesto neutralità e non strumentalizzazione, non io, quindi chi con questi striscioni ha disatteso le sue richieste a mio parere ha mancato di rispetto, non io che mi limito a dire le cose come stanno, poi pensatela come volete a seconda dei vostri interessi.

  6. Sembra proprio che i neofascisti, da come stanno interpretando i fatti, conoscano bene quanto accaduto. Se così non fosse, le loro argomentazioni e la manifestazione fatta sono puro esempio di faziosità politica. A me pare che, leggendo le notizie della stampa sia più probabile una possibile responsabilità legata alla criminalità locale più o meno mafiosa o a fatti collegabili con l’usura. Per cui meglio essere presenti questa sera alla manifestazione delle associazioni antimafia che a quelle ordite dai fascisti o ultras di varia natura.

  7. Il termine infiltrazioni mafiose, usura e riciclo di denaro sporco sono parole che a Brescia è meglio evitare di nominare. Come ha scritto recentemente Saviano mafia, ndrangheta e camorra hanno spostato i loro interessi al nord perchè al sud capitali da spremere non ce ne stanno più. Per queste ragioni fa davvero specie che leghisti e fascisti con una vera e propria operazione di depistaggio tendano a nascondere una verità così drammaticamente ovvia. C’è da chiedersi allora il perchè di questo subdolo atteggiamento….

  8. con ogni probabilità sono stati degli italiani??????? sempre convinti che a brescia vada tutto bene???? di sicuro in maddalena o nei residence esclusivi con recinto e guardie agli ingressi si. Ma in via Milano e alla Mandolossa ci mandereste la vostra figlia a passeggiare a piedi, non solo di sera ma anche di giorno?????? o in stazione????? non importa di chi siano le responsbilità ma a Brescia c’è un problema di ordine pubblico. Mi spiegate altrimenti perchè la richiesta di aiuto al governo??’ aggiungo che a Brescia è stato insediato l’ufficio della DIA, dipartimento antimafia. Se non è un segnale questo.

RISPONDI