Omicidio-suicidio Lonato, parla il titolare di Cuel: era strano nei giorni scorsi

0
Bsnews whatsapp

Faceva il magazziniere in una concessionaria d’auto Luigi Cuel, il 41enne che a Sedena di Lonato ha prima soffocato e poi accoltellato la fidanzata che voleva lasciarlo e poi si è tolto la vita impiccandosi ad un albero. A rilasciare una dichiarazione è il suo datore di lavoro che racconta, al Giornale di Brescia, di come l’uomo fosse strano nei giorni scorsi, ma nessuno sospettasse tanto. Il titolare di Cuel aggiunge che in generale, negli anni, l’uomo era sempre stato schivo e mai aveva parlato della sua ragazza 18enne.  

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Se le nazionalità fossero invertite, sentiremmo ora la canea razzista. Condoglianze ad entrambe le famiglie, ma un pensiero più forte alla povera ragazza.

  2. Se l’omicida fosse moldavo e la povera ragazza bresciana, oggi avremmo avuto la canea razzista scatenata: fiaccolate, raccolte di firme, interpolazioni parlamentari, salvinate, maronate, avremmo anche dovuto sorbirci la beccalossi. Invece siccome l’omicida é brescianissimo, allora é chiaro a tutti che la colpa é individuale (giustamente), non dei bresciani o degli italiani.

RISPONDI