Danno erariale per 30mila euro. Condannato il sindaco di Pontevico e quattro funzionari

0
Bsnews whatsapp

“L’affidamento ad personam di un incarico dirigenziale comporta un danno erariale per l’ente locale”. Con questa motivazione la Corte dei Conti ha condannato il sindaco di Pontevico, Roberto Bozzoni, e altre quattro persone del Comune, a pagare al Comune un danno di 99.870,77 euro.

La ragione della condanna? Il duplice incarico conferito dalla giunta Bozzoni all’architetto Antonella Loda e al geometra Tiziana Azzanelli tra il 2011 e il 2012 in qualità di responsabile dell’area tecnica del Comune e attività inerenti l’edilizia privata ed urbanistica. Ruoli affidati “ ad personam senza avere preventivamente fissato i criteri per la selezione e valutazione dei curricula dei potenziali aspiranti né adottato misure di pubblicità, ma effettuando tale scelta sulla base di una valutazione personale ampiamente discrezionale”, scrive la Corte dei Conti nelle motivazioni della condanna.

Per quantificare il danno erariale la Corte dei Conti però ha dovuto tener conto anche dei vantaggi che l’assegnazione dei ruoli ha portato al Comune di Pontevico, calcolo che ha ridimensionato notevolmente la cifra iniziale riducendola a 30mila euro.

“Stiamo valutando se fare ricorso”, ha commentato il sindaco Bozzoni al Giornale di Brescia. “Con quegli incarichi – ha concluso – abbiamo fatto risparmiare soldi al Comune di Pontevico”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. non discuto il fatto che la cosa abbia portato beneficio immediato al comune ma è possibile che ognuno faccia come gli pare’ allora io inizio a non pagare più nulla…

RISPONDI