Cogeme, per la presidenza ora spunta anche il nome di Tomasoni

0
Bsnews whatsapp

(a.tortelli) Spunta un nuovo nome nella corsa per la presidenza di Cogeme, la municipalizzata dell’Ovest bresciano i cui assetti sono cambiati dopo il brusco cambio al vertice dell’amministrazione di Rovato. Come noto, il sindaco leghista Tiziano Belotti (primo azionista con il 21 per cento delle quote) ha avanzato ai colleghi sindaci la proposta di candidare tal Giulio Centemero. Nome sconosciuto in Franciacorta, ma notissimo in casa Lega visto che fa parte del Comitato amministrativo federale del partito in cui siedono solo altre due persone: Roberto Calderoli e Giancarlo Giorgetti.

La proposta ha trovato il consenso del secondo azionista di Cogeme, Cazzago (anche questo a guida leghista) e di altre amministrazioni con quote minori. Ma non è piaciuta anche a molti sindaci di centrodestra. Risultato: Belotti si trova di fronte alla difficile scelta se insistere su Centemero con una maggioranza risicatissima che esporrebbe i vertici dell’azienda al continuo rischio di ribaltoni o cercare consenso su un nome più condiviso.

A complicare le cose, secondo indiscrezioni, è intervenuta anche la “pazza idea” dell’altro fronte. Nei giorni scorsi, infatti, è spuntato anche il nome di Elio Tomasoni, già direttore di Asm dal 2000 al 2008 e (come si legge nel profilo Linkedin) oggi consulente di A2A. Un nome – dal forte profilo tecnico – che certamente farebbe riprendere il dialogo con i cugini bresciani per eventuali aggregazioni. Chi la spunterà? Belotti ha sempre dichiarato di essere pronto anche ad agire d’imperio, ma non l’ha fatto in precedenza perché il rischio (anche per la sua credibilità) di un’azienda traballante e ricattabile nelle assemblee sarebbe forte.

Domani potrebbe essere il momento della verità, con il voto e l’elezione a strettissima maggioranza di Centemero. Ma, ipotizza qualcuno, potrebbe anche esserci un nuovo rinvio e i due nomi potrebbero elidersi per lasciare spazio a un terzo: sempre proposto dalla Lega, ma meno politico e più gradito ai soci.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Indubbia connotazione tecnica di valore quella dell’ing.Elio Tomasoni, ma soprattutto illustre candidatura politica di centrosinistra: parliamo dell’ex Sindaco di Lograto, del candidato alla Camera alle elezioni politiche del 2001 nel Collegio uninominale di Orzinuovi, del Direttore del CSMT, di un protagonista della politica nostrana, che non a caso non ha mai staccato la spina con A2A. Come sempre, sorridente nella foto di Bsnews, beato lui, che ha già potuto girare tutto il mondo come turista.

  2. Non si può che ricordare che Tomasoni è un super tecnico preparato, già protagonista dello sviluppo di ASM. Non vedo nomi con altrettanto curriculum.

  3. Sempre a lamentarci! Le cose migliorano, non ricordate che prima questi avevano nominato il padre Caparini nel consigli di amministrazione di A2A?

  4. Pensare che Belotti, non sa neppure chi sia questo Centemero. Si pensava che la Martinelli fosse solo una mera esecutrici di ordini, Belotti in questa fase la supera. Ai rovatesi gli sta bene, imparano a votare un candidato pressoché sconosciuto, infatti il 90% di chi lo ha votato neppure lo conosce Tiziano, solo perché porta il vessillo Lega.

  5. E pensare che i rovatesi avevano a portata di mano al ballottaggio un candidato validissimo, preparato, con un programma serio e credibile, con le idee chiare anche sulle problematiche della società partecipata Cogeme. I pecorono rovatesi hanno invece creduto alle balle e alle paure diffuse a piene mani sul tema profughi da degli irresponsabili. E che adesso si grattino.

  6. Vero: Tomasoni fu Direttore di ASM dal 2000 al 2007 e la politica, in una controllata pubblica, mai nulla ha avuto da spartire con nomine ed affidamento di incarichi dirigenziali. E’altrettanto vero che la notte del 12 dicembre S.Lucia porta i doni ai bambini con un asinello…

RISPONDI