Alimentarsi, un sabato da Brend con laboratori, giochi e tante attività

0

Sabato 17 ottobre dalle 15.30, nella sede di Brend a Palazzo Martinengo Colleoni in via Moretto 78, si svolgeranno laboratori, giochi e attività didattiche. L’evento fa parte di “AliMENTarsi – impariamo mangiando”, il progetto di educazione alimentare e di formazione per adulti e bambini verso abitudini e stili di vita corretti, ideato dal Comune di Brescia e da una rete di partner pubblici e privati del territorio.

Durante i laboratori di “AliMENTarsi”, Camst, Cir-Food e Gemeaz Elior, le società di ristorazione collettiva che preparano i pasti per gli alunni bresciani, assieme a AmbienteParco, Fondazione Brescia Solidale e le associazioni Priamo e Memorial Marilena riprenderanno i temi delle attività didattiche e dei giochi organizzati durante l’anno.

Numerose le attività in programma. Nella Sala degli Alberi si terrà Merendiamo: piccole ricette per piccoli intenditori, laboratorio gratuito di cucina per bambini dai 6 agli 11 anni, a cura di associazione Priamo e Memorial Marilena. Per le prenotazioni è possibile telefonare al numero 030 7281786.

Galateo a tavola: impara l’arte della tavola e mangia con gusto, curato da Gemeaz Elior, Facce di latte, percorso didattico educativo per esplorare il mondo del latte a cura di Cir-Food e Processo alle verdure: vizi e virtù alimentari degli ortaggi, avranno luogo nella Sala Diana.

Nella Sala delle Conversazioni si svolgeranno Abitudini culinarie nel tempo… anziani giovani bambini: presentazione di foto e testimonianze, a cura della Fondazione Brescia Solidale e Arici Sega, e Risorse in gioco: laboratori su piramide ambientale, stagionalità del pesce, a cura di AmbienteParco.

Alle 17.30 sarà la volta della premiazione delle squadre vincitrici della Caccia al tesoro Viaggio alla scoperta del cibo: ciò che è buono è buono veramente! dell’11 ottobre scorso alla presenza di autorità, sponsor e testimonial.

Per informazioni sui laboratori si potrà telefonare all’associazione Priamo (tel. 0307281786)

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma non sarebbe meglio smetterla di sperperare soldi pubblici per queste iniziative inutili e pretestuose e utilizzarli a ristrutturare le scuole cittadine che versano in condizioni pietose?

LEAVE A REPLY