Distributori carburanti, con 161 impianti a metano e 420 a gpl la Lombardia è sempre più verde

0

“La rete distributiva dei carburanti in Lombardia si sta affermando come una delle più verdi nel panorama nazionale ed europeo, un primato che abbiamo raggiunto anche grazie alla sensibilità di chi, come questo importantissimo player internazionale, ha scelto di investire con lungimiranza ed attenzione sulla sostenibilità in Italia”. È quanto ha dichiarato oggi Mauro Parolini, assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia commentando l’inaugurazione della stazione di servizio autostradale Q8 San Zenone Ovest, in provincia Milano, nella tratta Milano-Bologna della A1.

161 IMPIANTI A METANO – “Salgono così a 161 gli impianti che erogano metano in Lombardia – ha annunciato l’assessore –, a cui si aggiungono i 420 che forniscono gpl, frutto anche dell’efficacia delle policy di Regione Lombardia in materia di qualificazione e ammodernamento della rete”.

IMPIANTO ALL’AVANGUARDIA – “Con l’entrata in esercizio di questo impianto – ha aggiunto Parolini – la nostra rete autostradale si arricchisce di una stazione all’avanguardia, che si integra in modo virtuoso con gli indirizzi di Regione Lombardia e l’impegno a migliorare la qualità dell’aria e il servizio rivolto ai consumatori. Un’apertura che valutiamo positivamente, soprattutto perché intrapresa in un momento congiunturale che segna un calo di consumi anche sul mercato lombardo e perché punta proprio ad ampliare l’offerta di carburanti ecocompatibili sul territorio”.

IMPEGNO REGIONE LOMBARDIA – “Le caratteristiche orografiche e climatiche della nostra regione, unite all’alta densità abitativa – ha concluso Parolini,- rendono infatti il territorio lombardo particolarmente vulnerabile agli inquinanti atmosferici e richiedono politiche più incisive rispetto ad altre aree del nostro Paese. Per questo siamo impegnati da tempo nel favorire la diffusione di una rete ancora più moderna, rispettosa dell’ambiente, capillare e completa, oltre che ad interpretare le esigenze di un mercato automobilistico tecnologicamente sempre più evoluto e quelle di un pubblico di consumatori più consapevole e responsabile”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ma come mai spessissimo son chiusi o guasti e sembrerebbe che il ritorno economico per il metano non sia … E che quindi sia meglio lavare le auto

  2. Ma non avete ancora capito che la ricchezza si è spostata dalle fonti energetiche (ved. abbassamento prezzo del petrolio) alla manodopera a basso costo. E’ questa la ricchezza di oggi e di domani: lo sfruttamento umano e su questa gira oggi il mondo, non più sul petrolio e le fonti energetiche! Quindi povertà e precariato sono e saranno sempre più il futuro del mondo.

LEAVE A REPLY