Moschee, Beccalossi: la legge regionale non è solo utile, ma necessaria alla sicurezza

4
Bsnews whatsapp

"Ai rappresentanti dell’ opposizione che mi attaccano per avere contribuito a ispirare e difeso la nuova Legge urbanistica regionale sui luoghi di culto, rispondo che oggi piu’ che mai sono convinta che tale provvedimento non e’ solo utile, ma necessario". Si difende così dalle accuse l’assessore al Territorio e Urbanistica della Lombardia Viviana Beccalossi, commentando l’iniziativa del Governatore Maroni di scrivere al Presidente del Consiglio Matteo Renzi per convincerlo a far si’ che il Governo rinunci all’impugnativa della Legge regionale sui luoghi di culto, che prevede diversi vincoli urbanistici anche connessi alla sicurezza, come l’installazione di telecamere e subordina la realizzazione di nuove costruzioni alla conformità di Vas (Valutazione ambientale strategica), concedendo, di fatto, la possibilità ai cittadini di portare obiezioni motivate in merito alla criticità dell’intervento.

"Se fino a venerdì tale azione non condivisa e a mio avviso fuori luogo poteva avere un senso politico – conclude Viviana Beccalossi – oggi deve prevalere il buonsenso e soprattutto la sicurezza dei cittadini. Io sto dalla parte della gente comune e ritengo sia meglio prevenire che presenziare a funerali. Anche per questo, stasera, parteciperò a un’iniziativa, insieme a Magdi Cristiano Allam, in provincia di Mantova, per illustrare i contenuti della Legge".

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

4 COMMENTI

  1. Per l’ennesima volta, la spensierata signora beccalossi si rivela un vero genio! La volpona, puntando sulle pastoie burocratiche per discriminarli (la voglio vedere ad esigere da ogni parrocchia o tempio di qualunque fede l’adeguamento alla sua legge sui luoghi di culto), vorrebbe ridurre i musulmani a pregare clandestinamente e raggiungere così almeno due risultati: fornire pretesti ai fanatici islamici per atteggiarsi a vittime e favorire il diffondersi di comunità informali, che si riuniscono in luoghi più o meno clandestini, senza responsabili individuati e, di fatto, con pochissime possibilità di controllo. Ma trovarsi un lavoro dove non faccia danni e, soprattutto, che non sia a spese di Pantalone no, signora beccalossi? Non ci ha mai pensato?

  2. Se ci fosse più controllo anche nelle parrocchie non sarebbe male, almeno sarebbero finalmente dei luoghi sicuri (in passato lo erano per i criminali!), oggi almeno non ti ruberebbero il portafoglio o altro quando vai all’oratorio, constatato che preti e diaconi niente fanno, compreso sorvegliare i ragazzi!

  3. Mettere un po’ di cavilli alle chiese non fa certo male, soprattutto in termini di sicurezza, visto che si può ancora dire che sono luoghi frequentati da molte persone. Non vedo perchè una sala civica deve avere delle regole e una capienza massima, e una chiesa o un oratorio no! Anche perchè così si rendono conto cosa vuol dire per lo stato adibire luoghi per l’accoglienza o altro, tutti argomenti assai cari al clero e fonti infinite di critiche per le carenze dello stato. Provate voi, dopo vediamo quanto è bello essere accoglienti e solidali…

RISPONDI