Promos porta a Mapic 2015 l’eccellenza bresciana di Scalo

0
Bsnews whatsapp

Promos, società bresciana specializzata nello sviluppo, commercializzazione e gestione di grandi progetti immobiliari commerciali, quali factory outlet village, shopping center e retail park, partecipa all’edizione 2015 del Mapic di Cannes con alcune importanti novità relative ai progetti in portafoglio: la presentazione dell’innovativo Design District di Scalo Milano – l’inedito City Style da 60mila mq che aprirà tra meno di un anno alle porte del capoluogo lombardo – e l’annuncio della realizzazione di una nuova Food Court al Valmontone Outlet, la prima di questo genere in un outlet italiano.

Due esempi concreti, sia per quanto riguarda lo sviluppo di nuovi progetti sia per le altrettanto importanti attività di gestione e riqualificazione, che propongono nuovi modelli di riferimento per il settore e che possono contribuire significativamente al rilancio del retail property italiano.

Il Design District di Scalo Milano – progetto su cui il gruppo Lonati ha investito importanti risorse – è ispirato ai celebri design district di Miami e New York, occuperà una superficie pari a 18mila mq, con circa 40 unità a metratura variabile, dedicate alle eccellenze italiane del design e del lifestyle. Rappresenta un modello di distribuzione fortemente innovativo e di grande attrattività per il settore casa e arredo, grazie alle sempre più importanti sinergie con le altre categorie merceologiche presenti a Scalo Milano (la moda e l’enogastronomia di alto livello), nonché alle iniziative previste in campo formativo (con la Scuola di Alta Formazione Fondazione Machina Lonati Fashion and Design Institute) e artistico (con il progetto Piazze d’artista sviluppato insieme ad Artissima).

Filippo Maffioli, amministratore delegato di Promos: “Scalo Milano ha ormai preso forma in tutti i suoi aspetti: il Design District è una dimostrazione concreta della capacità dell’azienda di mettere a punto un progetto retail d’avanguardia, unico nel mercato italiano. Il Design District ha assunto questa connotazione in maniera naturale quando ci siamo resi conto di essere riusciti ad aggregare un’offerta di alto livello, che spazierà dal mobile ai complementi, con protagonisti gli showroom e le boutique monomarca di tutti i grandi nomi italiani dell’arredo e del lifestyle”.

L’obiettivo è creare un “momento di sintesi” tra mondi merceologici affini, in risposta ad un’esigenza sempre più sentita dagli operatori italiani, dove i designer italiani possano finalmente fare sistema e conquistare nuovi consumatori. Una cornice architettonica di grande impatto ricreerà l’atmosfera dei grandi design district internazionali: gli edifici prenderanno ispirazione dall’immagine storica della fabbrica, riproponendola in chiave moderna, con materiali e soluzioni innovative.

Altro importante progetto presentato al Mapic 2015 da Promos è il lancio del progetto per la realizzazione della nuova Food Court presso il Valmontone Outlet di Roma, in gestione a Promos dal 1 gennaio 2015 e di proprietà del fondo aperto Grundbesitz Europa gestito da Deutsche Asset & Wealth Management – la divisione di Deutsche Bank dedicata agli investimenti immobiliari e al risparmio gestito. Si tratta del primo esempio di Food Court in un outlet italiano. Il progetto – il cui studio finale è in corso di definizione – prevede l’occupazione di un’area di circa 3.000 mq, con 10 unità commerciali in cui troveranno spazio ristoranti, pizzerie, fast food e caffè, con format innovativi in grado di incontrare le preferenze di tutti i segmenti di clientela. La Food Court è parte di un più ampio piano di restyling dell’Outlet iniziato a Gennaio 2015 focalizzandosi su tre macro aree – property, marketing e commerciale –che vedrà la sua completa realizzazione nel corso del prossimo anno.

Filippo Maffioli ha aggiunto: “E’ un momento cruciale per il settore retail italiano e in particolare per gli outlet, in cui è fondamentale investire sulle strutture per continuare ad attrarre visitatori. La leva prezzo non è più sufficiente per soddisfare un consumatore sempre più esigente, ormai abituato – grazie alle tecnologie digitali e mobile – a fare acquisti in qualsiasi momento. E’ necessario utilizzare nuove leve strategiche, che affianchino proposta per lo shopping qualità, e che consentano di trasformare l’outlet in una vera e propria destinazione per il tempo libero: la Food Court rappresenta una di queste”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI