L’An Brescia torna in vasca: domani la sfida contro Santa Maria Capua Vetere

0

Ancora un impegno ostico in terra campana: dopo aver sudato per superare l’Acquachiara, martedì alle 15, l’An Brescia tornerà in acqua a Santa Maria Capua Vetere (la piscina Scandone è ancora inagibile), questa volta ospite della Canottieri Napoli, per la penultima gara del girone d’andata e ultima (di campionato) del 2015.

Così come, alla vigilia del confronto di ieri, l’Acquachiara si presentava con un ruolino di marcia notevole (in sei giornate, un pareggio seguito da cinque vittorie), anche il team di Paolo Zizza arriva alla sfida con l’An in piena forma e con il morale (comprensibilmente) alto: i giallorossi napoletani sono reduci dal successo nel derby con il Posillipo e dall’aver battuto lo Sport Management, ovvero due importanti risultati che hanno permesso di raggiungere la terza piazza della classifica, in solitaria. Se, in una partita combattuta e nervosa come quella di ieri, nell’An, si è fatto sentire il rientro di Nicholas Presciutti (autore anche di una rete), allo stesso modo, nella Canottieri (anch’essa vittoriosa per un gol) di grande rilievo è stato il recupero del nazionale montenegrino, Darko Brguljan, risolutore del match dopo che lo Sport Management era riuscito a raggiungere l’8 pari.

Ma il valore della compagine del Molosiglio non è solo sulle spalle di Brguljan: il gruppo di Zizza è composto da elementi di livello, e ben amalgamati, come i nazionali Fabio Baraldi e Alessandro Velotto, i due mancini Edoardo Campopiano e Luigi Di Costanzo, e il difensore-capitano, Fabrizio Buonocore. Nell’impianto sammaritano, dunque, si prospetta un altro incontro acceso da affrontare con la massima attenzione, e le calottine bresciane, ancora una volta, daranno fondo alle proprie energie e alla propria determinazione, per consolidare il primato in graduatoria e fare un passo in più nel percorso di crescita. «Anche se lo scenario non sarà la Scandone – dichiara il difensore biancazzurro, Zeno Bertoli -, giocare in casa delle formazioni napoletane è sempre difficile e la conferma l’abbiamo avuta giusto ieri.

La Canottieri sarà carica al massimo, avendo battuto lo Sport Management e, soprattutto, avendo vinto il derby coi miei ex compagni del Posillipo: da napoletano, so bene che fare tre punti nelle sfide stracittadine comporta guadagnarsi dosi massicce di entusiasmo. In più, nel derby coi rossoverdi, la Canottieri era senza Brguljan, per cui saranno ancora più galvanizzati. Noi, comunque, siamo pronti a dare il cento per cento e affrontare un avversario insidioso non fa che aumentare gli stimoli e la voglia di fare bene; il match ci deve servire per preparare al meglio il prosieguo della stagione, a partire dalla sfida col Kirishi”

Comments

comments

LEAVE A REPLY