Salvini alla festa della Lega di Adro: vorrei conoscere Trump, ideali comuni

14
Bsnews whatsapp

Aspettando l’arrivo del loro leader, Matteo Salvini, che domenica sera ha partecipato prima ad un incontro al teatro Mucchetti sulle banche e poi alla festa della Lega Nord di Adro, i leghisti si sono animati parlando delle regionali francesi, che hanno visto la sconfitta della conservatrice Marie La Pen, e delle prossime primarie americane che vedono il miliardario Donald Trump favorito per la candidatura repubblicana alla Casa Bianca.

Al suo arrivo alla festa del Carroccio, Salvini stringeva tra le mani il cartello “Salviamo le banche? No, salviamo la gente” mentre sul finire ha voluto lanciare un messaggio d’apertura verso il miliardario americano. “Vorrei conoscere Donald Trump e stringergli la mano”, ha esordito Salvini che poi ha spiegato di avere “ideali comuni” con il candidato repubblicano. Il riferimento alle recenti dichiarazioni di Trump, che ha affermato di “voler bloccare l’entrata dei musulmani in America”, è piuttosto chiaro e il popolo leghista di Adro sembra essere dalla loro parte.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

14 COMMENTI

  1. Salvini, invece di bloccare i musulmani d’america perche’ non vai a bloccare il MACELLO DEGLI ORRORI di Ghedi dove i bravi allevatori del nord ne stanno combinando di tutti i colori, compreso l’avvelenamento delle carni che la gente del nord si mangera’?

  2. “Salviamo le banche ? No, salviamo la gente”. E bravo il Salvini, che si dimentica la torbida vicenda del salvataggio di Credieuronord, la banca della Lega Nord, ideata da Bossi all’inizio del 2000 e che in soli tre anni aveva più di metà dei crediti a sofferenze, per giunta accordati a soli cinque clienti. Gestione fallimentare e totalmente clientelare della banca che riuscì a buggerare decine di leghisti che ne avevano sottoscritto il capitale, salvo vederselo rapidamente azzerato. Il salvataggio o meglio la scomparsa concordata di Credieuronord, con l bneedizione dell’odiato Fazio, avvenne per mano di un cosiddetto banchiere come Fiorani, allora AD della Popolare di Lodi. Della serie: scheletri nell’armadio e memoria corta dei leghisti che oggi strizzano un occhio a Trump e l’altro a Marine le Pen. Complimentoni per gli ideali comuni.

  3. Bravo, sempre inflessibile con i leghisti. E della faccenda della famiglia Boschi invece cosa dici? Tutti, a destra e sinistra (compreso Renzi), hanno i loro bravi scheletri nell’armadio.

  4. La posizione assunta ufficialmente in Parlamento dal Movimento 5 Stelle con la mozione di sfiducia nei confronti della Boschi basta e avanza per giudicare la vergognosa vicenda “salvataggio Banca Etruria”. Aggiungo che i fascicoli aperti oggi nei confronti di due amministratori della citata banca la dice lunga su operazioni come il passaggio di mano del 10% del capitale in due giorni proprio in coincidenza con il transito legislativo in Consiglio dei Ministri e in Parlamento. Ma prima ci fu la vicenda Monte dei Paschi di Siena ed ancor prima (chi se lo ricorda ormai…) la scalata di Unipol a BNL ed altro ancora. La sinistra ed il centrosinistra nulla hanno da “invidiare” a destra e centrodestra in quanto a connivenze, collusioni, affarismo privato, consociativismo, spartizione scientifica del potere. E turba non poco vedere come Renzi(il suo “Governo Arlecchino” ne è l’esempio palese) stia riuscendo a saldare anime politiche un tempo sifficientemnete contrapposte per cercare di convivere. Renzi governa in realtà solo con il traffico, la transumanza ed il doppiocasacchismo di parlamentari senza alcun pudore politico. Come se non bastasse, alla Leopolda 6 il Berluschino toscano si è vantato di aver sepolto la gerontocrazia che per troppo tempo ha governato l’Italia. Ma lui è il simbolo dei boy scout della politica che sono convinti di sapere e saper fare tutto, in realtà navigando totalmente a vista con il solo radar di Yoram Gutgled, parlamentare piddino, ma per vent’anni numero uno di McKinsey Italia. Pochi lo sanno e nessuno lo dice ma da questo signore nato a Gerusaleemme e naturalizzato italiano, responsabile di tutti i cosiddetti “cantieri strategici” del PD, dipendono gran parte delle attuali sorti dell’Italia. Altro che Salvini, qui si…vola alto. O magari no ?

  5. Bisogna capire la prezzemolite dei neo grillini già ferventi socialisti, dopo mani pulite convertiti radicali e comizianti stradin-arii su corso zanardelli, zelanti forzitalieri, trombati, per le comunali, trombati ancora in lista pro-Paroli,trombati alle grillarie ed ora in cerca spasmodica di qualsiasi conferma esistenziale, anche web, nel sogno del posto a tavola nei simposii craxiani coi mega forchettoni:Però non gli manca il moralismo…..

  6. Secondo me la storia si ripete e quindi il pd cerca alleanze con gente di forza italia per frenare l’avanzata grillina. Un po’ come è successo 25 anni fa con l’avanzata della lega: dc, pds, ecc, formarono un centrosinistra per combattere l’avanzata del nuovo. Peccato però che la storia non insegna mai: quanto poi è stata capace di dare la lega è sotto gli occhi di tutti. Se non fai una rivoluzione vera, entri nel sistema e ti adegui, com’è successo per il post tangentopoli. Così succederà per il post renzismo e il movimento pentastellato. In Italia, dall’unità, si è sempre cambiato tutto per non cambiare niente!

  7. Bello lo sproloquio soprattutto perchè non esiste alcuno tra i pentasetllati bresciani “in servizio permanente effettivo”(non sono centinaia) che risponda ai requisiti ed alle storie politiche ivi narrate. Ma se anche ci si riferisse davvero a qualcuno che, vivo ed in carne ed ossa, ha pensato di riciclarsi furbescamente nei grillini bresciani, costui si sarebbe o già autoescluso o sarebbe stato per tempo stoppato ovvero cacciato a calci in culo: in questo il Movimento è chiaro, puntuale e spietato. C’è invece chi dà una mano quando può e come può da dietro le quinte, magari da ghost writer, magari come memoria storica che manca, ma che soprattutto ha dichiarato sin dall’inizio che mai si sarebbe candidato nè proposto in prima linea. Non ci sono menù, posti a tavola o forchettoni: anche in questo i pentastellati si distinguono nettamente.

  8. Amara riflessione, ma razionale e sincera. Ci chiediamo solo se ci sarà mai un post renzismo e se dovremo pipparci il sanguigno, borioso, egocentrico giovin fiorentino magari per parecchi lustri. Questa sì ci parrebbe una gran iattura, modello ventennio berlusconiano, altro che rischi di adeguamento al sistema dei populisti grillini…

  9. mumble…mumble…”C ‘è invece chi dà una mano quando può e come può da dietro le quinte, magari da ghost writer, magari come memoria storica che manca, ma che soprattutto ha dichiarato sin dall’inizio che mai si sarebbe candidato nè proposto in prima linea”…Colpito ed affondato l’ignoto (forchettone?)tra t(d)andi duri e puri…

  10. Dovete in tutti i modi cercare di abbattere questo governo ed andare alle elezioni. Nel 1992, dopo due decenni di governi e parlamenti inconcludenti e mai portati fino alla fine, per paura delle elezioni e dell’avanzata della lega, il parlamento arrivò alla scadenza naturale, non si fecero elezioni anticipate come sempre succedeva prima. Come mai? Avanti allora ad abbattere a tutti i costi governo e parlamento.

  11. Basterebbe per il momento non dare piu’ cittadinanza italiana ai musulmani fino a che non si è chiarito cosa pensano del Corano e dei versetti di odio e morte in esso contenuti verso infedeli e miscredenti contenuti e di discriminazione delle donne ritenute inferiori e da picchiare, da ripudiare ecc. Chi ci obbliga a dare cittadinanza italiana visto che non è un obbligo costituzionale? Chi ci obbliga poi a dare asilo se come sembra nel diritto internazionale questo obbligo non esiste? Perchè si sente dire che chi scappa dalle guerre ha diritto di asilo se nè la Convenzione di Ginevra nè il Protocollo aggiuntivo di New York contengono questo obbligo? Piuttosto perchè invece l’ONU che è pagata per proteggere tutti i Profughi non li protegge nei Campi Profughi da istituire a livello continentale? Perchè paghiamo la Turchia e ancora muoiono bambini nell’attraversamento illegale verso la Grecia? Quando l’Europa provvederà ai rimpatrii di tutti in Campi ONU e farà rispettare le leggi per una legale immigrazione che tanti con l’escamotage del diritto di asilo o protezioni varie vogliono eludere?

  12. Lo aveva detto Oriana Fallaci che era in corso l’islamizzazione dell’Europa, lo aveva detto anche Papa Ratzinger che sarebbe stato necessario porre un freno all’islamizzazione dell’Europa, ci avevano persino avvertito gli islamici stessi che ci avrebbero sottomesso con l’utero delle loro donne e le nostre leggi. Noi, ma anche L’Europa intera invece pare proprio che offra loro questa possibilità non solo lasciandosi invadere clandestinamente dal mondo intero ma concedendo persino asilo ai clandestini? O protezione umanitaria, protezione sussidiaria ecc. anche a chi minaccia la nostra sicurezza come nel caso di Merano? A che titolo è possibile saperlo? Dato che cliccando in internet la Convenzione di Ginevra del 1951 o il PROTOCOLLO AGGIUNTIVO DI NEW YORK non pare prevedano nessun obbligo PER GLI STATI DI CONCEDERE ASILO E PROPRIO LEGGENDO L’ART. 31 della Convenzione di Ginevra 1951 emerge che chi scappa dai propri Paesi possa entrare CLANDESTINAMENTE SOLO NEL PRIMO STATO(VICINO) E NON ESSERE SANZIONATO PER L’INGRESSO ILLEGALE SOLO SE VANNO IMMEDIATAMENTE ALLE AUTORITA’ COMPETENTI E LO DICHIARANO CON MOTIVAZIONI VALIDE. IL SECONDO COMMA POI INDICA CHE POSSONO ANDARE IN ALTRI STATI SOLO SE CHIEDONO AUTORIZZAZIONE.Se è cosi’ allora i Siriani allora possono andare clandestinamente solo in Turchia, Libano e Giordania e non scappare clandestinamente come fanno in Grecia facendo morire i loro bambini per venire in Europa senza chiedere autorizzazione o no? Se noi concediamo loro asilo o protezioni varie non incentiviamo l’immigrazione clandestina e aiutiamo chi ci vuole islamizzare come vuol fare l’ISIS nientemeno con la concessione dell’asilo e protezioni varie? Non sarebbe doveroso rimandare tutti in campi ONU ognuno nei loro continenti che è obbligata e pagata proprio per proteggere i rifugiati e abolire tutte quelle protezioni che paiono creare una sorta di razza eletta e privilegiata che lede il principio di uguaglianza senza distinzioni? E se proprio si vogliono mantenere queste protezioni che vengano esercitate solo all’interno di Campi Profughi ONU OGNUNO NEI LORO CONTINENTI E A SPESE DEL MONDO INTERO e non dei cittadini di ogni Stato che oltre al danno devono subire anche la beffa di essere invasi e sottomessi dalle proprie ingiuste e forse incostituzionali leggi? Se è proibito il respingimento di massa non si dovrebbe per equità prevedere anche il divieto di arrivi di massa?

RISPONDI