Ordinanza anti-inquinamento a Brescia e area critica: prorogata fino a fine anno

0
Bsnews whatsapp

È stata prorogata fino al 31 dicembre – ad esclusione dei giorni festivi del 25, 26 e 27 dicembre – l’ordinanza per contenere l’inquinamento atmosferico derivante dal traffico stradale e dagli impianti termici. Una decisione condivisa finora con i Comuni di Borgosatollo, Botticino, Bovezzo, Castel Mella, Castenedolo, Cellatica, Collebeato, Concesio, Nave, Rezzato, Roncadelle, Castegnato, Passirano, Sarezzo, Muscoline, Calvagese, Bedizzole, Desenzano, Lumezzane, Marcheno, Mazzano, Nuvolera, Ospitaletto, Paitone, San Zeno Naviglio, mentre altre adesioni potrebbero arrivare nelle prossime ore.

L’ordinanza estende il fermo della circolazione, imposto con la deliberazione della Giunta regionale della Lombardia n. 2578/14, nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 08.00 alle ore 18.00, agli autoveicoli "Euro 3" diesel, destinati al trasporto persone, non dotati di sistemi di riduzione della massa di particolato allo scarico in grado di garantire un valore di emissione pari al limite fissato per lo standard Euro 4. I veicoli “Euro 3” commerciali possono circolare normalmente. Il fermo della circolazione si applica con le medesime modalità previste nella citata deliberazione della Giunta regionale della Lombardia (in calce l’elenco di esclusi e derogati).

Inoltre l’ordinanza impone di ridurre di due ore la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici, che, pertanto, non potrà superare le 12 ore giornaliere, nonché di diminuire di 1 grado centigrado, da 20° a 19°, con 2 gradi di tolleranza, la temperatura dell’aria degli edifici (ad esclusione di quelli inseriti nell’elenco in calce).

Se i divieti non saranno rispettati, scatteranno le sanzioni amministrative pecuniarie previste dalle vigenti normative.

Sono esclusi dal fermo degli Euro 3:

  • veicoli elettrici leggeri da città, veicoli ibridi e multimodali, micro veicoli elettrici ed elettroveicoli ultraleggeri;

  • veicoli muniti di impianto, anche non esclusivo, alimentato a gas naturale o gpl, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione;

  • veicoli alimentati a gasolio, dotati di efficaci sistemi di abbattimento delle polveri sottili, per dotazione di fabbrica o per successiva installazione,  omologati ai sensi della vigente normativa;

  • veicoli di interesse storico o collezionistico ai sensi dell’articolo 60, comma 4, del d.lgs. 285/1992 e i veicoli con più di vent’anni e dotati dei requisiti tecnici previsti dall’articolo 215 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada), in possesso di un documento di riconoscimento redatto secondo le norme del Codice tecnico internazionale della Fédération Internationale des Véhicules Anciens (FIVA), rilasciato da associazioni di collezionisti di veicoli storici iscritte alla FIVA o da associazioni in possesso di equipollente riconoscimento regionale;

  • veicoli classificati come macchine agricole di cui all’art. 57 del d.lgs. 285/92;

  • motoveicoli e ciclomotori dotati di motore a quattro tempi anche se omologati precedentemente alla direttiva n. 97/24/CEE del Parlamento Europeo e del consiglio del 17 giugno 1997, relativa a taluni elementi o caratteristiche dei veicoli a motore a due o tre ruote, cosiddetti euro 0 o pre Euro 1;

  • veicoli con particolari caratteristiche costruttive o di utilizzo a servizio di finalità di tipo pubblico o sociale, di seguito specificati:

– veicoli, motoveicoli e ciclomotori della Polizia di Stato, della Polizia penitenziaria, della Guardia di Finanza, delle Forze Armate, del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, della Croce rossa italiana, dei corpi e servizi di Polizia municipale e provinciale, della Protezione Civile e del Corpo Forestale;

– veicoli di pronto soccorso sanitario; 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Invece di pensare a soluzioni migliori (ZTL in centro, in particolare via Mazzini – biglietto unico giornaliero dei mezzi pubblici), si proroga l’ordinanza totalmente inutile, provocando solo disagi…

  2. Prorogare un'ordinanza che non ha dato risultati! Fossero manager di un'impresa privata verrebbero licenziati il giorno dopo. Perseverare diabolicum.

  3. ho un automezzo commerciale ( scudo combinato )diesel euro 2 , residente a Borgosatollo , sono un artigiano e vorrei sapere se posso circolare regolarmente . qualcuno mi può dare una risposta visto che nel mio comune (municipio) mi fanno capire che dovrei sostituirlo , nn mi sembra il caso .grazie

RISPONDI