Belsorriso da applausi, domina la Foppa e si laurea campione d’inverno

0

Brescia domina il match con la Foppa con grande cinismo (3-0) e si laurea campione d’inverno, centrando così l’obiettivo delle finali di Coppa Italia a fine Marzo.

Forse non la migliore Foppapedretti dalla stagione, bisogna dirlo, ma certamente una prestazione così schiacciante del Belsorriso non l’avevamo ancora vista. Le ragazze di Mazzola sono apparse solide, ciniche, determinate in tutta la rosa, e senza mai vacillare non lasciano nemmeno le briciole alle orobiche. Basta guardare i numeri per rendersi conto della schiacciante predominanza bresciana: 15 ace, 5 muri-punto, 57% di efficienza in attacco con punte individuali del 73% di Baldi e del 77% di Garavaglia, solo 1 errore in ricezione con percentuali ottime.

Formazione classica per coach Mazzola che sceglie Saveriano in palleggio, Baldi opposto, Garavaglia e Rinaldi in banda, Lapi e Dall’acqua al centro, Portalupi libero. Dalla parte opposta della rete troviamo Boldini al palleggio, Rossi in opposto, Venturini e Pinto in banda, Firgeni e Monforte al centro, Rumori libero.

Inizio gara che si mette subito bene per le bianco-nere: partenza determinata, con poche sbavature se non qualche errore al servizio, basti pensare che praticamente la metà dei punti conquistati da Bergamo nel set sono battute sbagliate da Belsorriso. Brescia riceve bene, costruisce, affonda il colpo e allunga. 16-6 alla seconda sosta obbligata. Portalupi e Rinaldi brillano in ricezione, Baldi e Garavaglia feriscono in palla alta (17 punti per entrambe con efficacia elevatissima), Dall’acqua e Lapi si rendono insidiose. Si va al cambio di campo sul 25-14.

Si mantiene lo stesso spartito nel secondo frangente. Il direttore d’orchestra Mazzola dirige bene le sue che rispondono con una sinfonia di alto livello, guidate da una Saveriano ispirata. Sul 18-6 doppia sostituzione: entrano Dall’ara per Saveriano, e Ghisolfi in opposto per Baldi. Non cambia nulla anzi, Ghisolfi piazza due ottime murate, Dall’ara si diverte con gli attaccanti in gran serata (68% di efficacia nel set). La Foppa cede 25-10.

Il monito di Mazzola nel terzo set è non rilassarsi e continuare a produrre gioco di qualità. Il sestetto, con in campo Biava per Rinaldi e Leggeri (esordio casalingo per lei) per Lapi risponde presente. La ricezione ospite va in confusione sul turno di battuta di Garavaglia prima e Baldi poi, 6 ace per entrambe in una prova “gemella”, e questo condiziona irrimediabilmente il parziale che scema con un netto 25-8.

Belsorriso si prende l’undicesima vittoria stagionale confermandosi capolista, regina d’inverno, e di diritto semifinalista di Coppa Italia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY