Ampliamento orari Ztl, Confesercenti: così si distrugge il commercio in centro

0
Bsnews whatsapp

In riferimento alle novità introdotte con il mese di febbraio dall’amministrazione comunale di Brescia in materia di orari della Ztl, Confesercenti ha ribadito la propria “profonda preoccupazione in merito all’impatto dei nuovi provvedimenti rispetto alle attività commerciali e turistiche coinvolte e, più in generale, sulla frequentazione del centro storico – si legge in una nota -. Sono, infatti, coinvolti importanti assi commerciali quali Corso Garibaldi, via Mazzini, via Pace e via Tosio, ed è evidente che a subire i contraccolpi dell’ampliamento degli orari della Ztl, sono soprattutto le Pmi ubicate in queste aree, i cui clienti e avventori dovranno modificare le proprie abitudini. Sempre che non scelgano altre destinazioni più facilmente raggiungibili”.

“Pur nella consapevolezza che i livelli elevati di inquinamento rendono di grande attualità le scelte in materia di mobilità, non possiamo tuttavia ignorare la tendenza a rendere il centro storico cittadino sempre più chiuso rispetto alla frequentazione veicolare, con il rischio di accelerarne i processi di desertificazione commerciale ed impoverimento imprenditoriale – lamenta Confesercenti – Nel contempo, crescono le aree commerciali esterne che fanno della facilità di accesso e della sosta gratuita i principali punti di forza, oltre ovviamente ad un’ampia offerta commerciale. Entro il 2016 dovremo misurarci in particolare con un nuovo ed enorme centro commerciale nel comune di Roncadelle, che metterà ulteriormente in discussione le funzioni di polo attrattore commerciale del centro storico cittadino. Sono dunque di altra natura i provvedimenti che ci attendiamo dall’amministrazione comunale, per il rilancio cittadino e la valorizzazione delle sue funzioni commerciali e turistiche”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

UN COMMENTO

  1. Confesercenti abbia almeno il pudore di tacere, visto e considerato che in piena emergenza inquinamento ambientale questa Giunta li ha favoriti voltando la testa dall’altra parte in pieno shopping natalizio ed ora anche in piena campagna saldi, nonostante la situazione smog di questi giorni è andata ancora peggiorando.

  2. ma questi negozianti hanno mai messo il naso fuori del loro negozio? in altre città italiane ed europee ci sono delle zone pedonali enormi, del tutto interdette al traffico. E non ki sembra che muoiano di fame

RISPONDI